La previsione sul come va a finire: "So dove arriverà questo Milan..."

L'ex fuoriclasse del Milan, Shevchenko, ha elogiato la squadra di Pioli: "Per come sta andando adesso certo che può puntare a vincere il campionato ma bisogna tenere i piedi per terra"

Il Milan di Stefano Pioli sta correndo su ritmi impensabili ad inizio stagione. Cinque vittorie e un pareggio nelle prime sei giornate, primo posto in solitaria, derby vinto e la convinzione di poter restare in vetta fino alla fine. Ad incoronare il Diavolo ci ha pensato un'icona del club di via Aldo Rossi, un giocatore che ha scritto pagine importanti del Milan: Andrij Shevchenko. L'ex attaccante ucraino oggi ct della nazionale del suo paese ai microfoni della Gazzetta dello Sport ha speso parole al miele per il suo ex club: "È un grande momento, per tutto il gruppo. Allenatore, squadra, dirigenti. Tutti hanno lavorato bene, il Milan è diventato un’orchestra. È una squadra, è questo che mi piace. E Ibrahimovic la dirige bene, ma non sottovaluterei i meriti di Pioli".

Pioli e Zlatan

Sheva è poi entrato nello specifico elogiando l'allenatore Pioli confermato solo nella parte finale della passata stagione: "Ha portato certamente un atteggiamento propositivo e molta serenità. Il Milan stupisce per i risultati che ha ottenuto dopo il lockdown, però anche prima si vedeva che stava cambiando pelle. Giustamente si tiene conto dell’aspetto psicologico, delle motivazioni, ma il Milan ha un gioco. È una bella squadra, ha una sua identità e questo porta risultati. Ha fatto tanti punti, tutti meritati, ma la cosa più importante è che ha trovato un suo stile e lo mantiene. Credo che questo piaccia molto ai tifosi".

Elogi sperticati anche per il fuoriclasse assoluto che corrisponde al nome di Zlatan Ibrahimovic che a 39 anni riesce ancora ad essere decisivo: "Sta facendo cose incredibili alla sua età. È intelligente, ha capito che non poteva fare i metri che percorreva dieci anni fa e sta cambiando pelle. È bello da vedere. Fa salire la squadra, parla con i più giovani, si fa carico delle pressioni. Ha entusiasmo, fisico, mentalità. Con lui il Milan non può che crescere. La squadra si appoggia a lui, ma ha l’atteggiamento giusto e si vedeva anche qualche mese fa".

Milan da scudetto

Il Milan inizia a credere allo scudetto anche se mancano 32 giornate al termine del campionato e ci sono ancora diverse insidie sulla strada che porta al tricolore. Sheva, però, crede che i rossoneri ce la possano fare: "Il Milan ha cominciato benissimo dopo aver finito benissimo, sono stagioni strane e bisogna vivere giorno per giorno, ma per come sta andando adesso certo che può puntare a vincere il campionato. Forse è presto per dirlo e l’importante è tenere i piedi per terra. Però davvero questa squadra ha lo spirito giusto e deve mantenerlo. Ibra è un grande catalizzatore di energie, ma tutti stanno facendo la propria parte nel modo migliore".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Tino44

Mar, 03/11/2020 - 16:42

....calma, calma, ok, per adesso tutto bene ma la strada è lunga....