Il sincronetto Minisini d'argento nel duo misto con la Perrupato

Sergio Arcobelli

Pioggia di medaglie. Dopo i due splendidi bronzi nel programma tecnico a squadre del primo giorno e nel Solo con Linda Cerruti martedì, il sincronizzato regala altre due medaglie all'Italnuoto. Infatti, nella terza giornata dei Campionati Europei in corso a Londra, la Nazionale è riuscita a conquistare prima il bronzo nel duo libero con Costanza Ferro e la stessa Cerruti, poco dopo l'argento grazie al duo misto Giorgio Minisini e Mariangela Perrupato, già terzi agli ultimi Mondiali di Kazan. Ma le gioie non sono terminate: c'è attesa per domani la finale a squadre del libero, dove le ragazze hanno concluso solamente alle spalle dell'Ucraina e puntano, sulla scia dell'entusiasmo per le prestazioni esaltanti del team italiano, al bottino pieno. Come l'en-plein di podi fin qui ottenuti nella disciplina: 5 su 5 finali.

Linda Cerruti si prende la scena con la prima medaglia individuale internazionale di una carriera iniziata a Budapest '10 a soli 16 anni, seppur con il brivido finale e le lacrime, inizialmente, amare. La 22enne di Savona, infatti, era incappata in un banale errore (nella camminata di presentazione) che le sarebbe potuto costare il bronzo, ma la penalità di un punto nel punteggio non ha inficiato nell'esito del risultato (per due decimi!) e la sincronetta è diventata così la terza italiana di sempre a salire sul podio europeo, otto anni dopo il terzo posto raggiunto a Eindhoven dalla Adelizzi, la più popolare per via dello storico bronzo ai Mondiali casalinghi di Roma '09. Queste le parole del ct Giallombardo: «Non l'ho mai vista nuotare così bene e determinata e con la voglia di vincere».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti