Stasera in tribuna una poltrona per Ursula

Non accadrà. Ma se accadesse. Proposta decente: tra il posto assegnato al presidente della federcalcio Gravina Gabriele e l'omologo turco Demiroren Yildirim potrebbe essere piazzata una sontuosa poltrona destinata a madame Ursula von Der Leyen.

Stasera in tribuna una poltrona per Ursula

Non accadrà. Ma se accadesse. Proposta decente: in tribuna d'onore, stasera, stadio Olimpico, grande esibizione di papaveri e papere, dirigenti, segretari, interpreti, varie ed eventuali ma sarebbe un colpo di scena e di schiena, se, tra il posto assegnato al presidente della federcalcio Gravina Gabriele e l'omologo turco Demiroren Yildirim, venisse piazzata una sontuosa poltrona destinata a madame Ursula von Der Leyen, così tanto per titillare la delegazione ottomana e mandare in circuito mondiale l'immagine del riscatto. Non credo che a nessuno sia venuta in mente questa idea che sembrerà strana ma sarebbe un primo gol di una organizzazione, quella calcistica intendo, Fifa, Uefa, federazioni varie, che parla di democrazia, di rispetto, di fair play ma poi si genuflette a figure e figuri di incerta etica ma tutti provvisti di titolo cosiddetto onorifico. Un campionato continentale che viene inaugurato dal presidente della commissione europea, con tutti gli annessi e connessi che quel nome e cognome si trascina da Istanbul in poi, rappresenterebbe un salto in avanti. Non accadrà. Ma se accadesse.

Commenti

Grazie per il tuo commento