Tutti contro Djokovic e Williams

Tutti contro Djokovic e Williams

Mai come questa volta è difficile disegnare l'identikit di chi fra una settimana conquisterà gli Internazionali d'Italia, giunti all'edizione numero 70. Il re è nudo anche se alla resa dei conti dovrebbe portare le sembianze di Djokovic o Nadal che, dopo un successo a testa negli ultimi due anni, figurano nella parte alta del tabellone e quindi sono attesi a uno scontro fratricida in semifinale.
A meno che Wawrinka non crei problemi al serbo negli ottavi e Ferrer non si esalti con lo spagnolo nei quarti. Ma è dura che succeda stando anche alle quote dei bookmaker. Per entrambi i problemi potrebbero arrivare dai malanni fisici più che dagli avversari: Nole continua ad accusare qualche dolorino alla caviglia destra mentre il maiorchino non si fida completamente del ginocchio sinistro.
Più complicato il pronostico nella parte bassa dove Federer e Murray dovranno sudare le classiche sette camicie per contendersi un posto in finale: lo svizzero, per nulla convincente a Madrid, se la dovrà vedere con gente rognosa come Dimitrov (fidanzato da Maria Sharapova, vittorioso ieri su Baghdatis in due set), Haas, Gasquet e Tsonga; lo scozzese non avrà vita facile con Nishikori (il killer di Federer a Madrid), Almagro e Del Potro. Degli italiani rischia di arrivare al secondo turno solo il vincitore del derby fra Seppi e Fognini.
In campo femminile si parla già di una finale annunciata fra Serena Williams che ha vinto l'ultima volta a Roma nel 2002, e Maria Sharapova, da due anni incontrastata regina: sarebbe la seconda consecutiva dopo quella di Madrid dominata (6-1, 6-4) dall'americana che ha così mantenuto il primo posto nel ranking. Solo la fatica potrebbe rallentare la corsa delle due primedonne. Magari a favore delle italiane con Sara Errani e Roberta Vinci in prima fila. A Pennetta e Schiavone, Burnett e Knapp il compito di sorprenderci. Peccato che si giochi in una settimana. Ai Master 1000, nessuno escluso, dovrebbe essere riservato uno spazio maggiore.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento