Alonso e McLaren alla 500. Miglia di Indianapolis 2019

Si, no, forse: dopo mesi di voci e smentite, arriva improvviso l’annuncio della partecipazione all’edizione 2019 della Indy500 del team inglese con Fernando

Fernando Alonso sarà ufficialmente in griglia con la McLaren alla 500 Miglia di Indianapolis 2019: dopo mesi di ipotesi, voci e smentite, arriva l'annuncio ufficiale.

Il campione spagnolo conferma quindi l’aspirazione alla conquista della Tripla Corona sopra ogni cosa, avendo convinto la scuderia inglese a partecipare alla leggendaria gara americana nonostante le smentite estive successive all’appiedamento di Boullier.

Un ambiente quello inglese, che lo ha visto sofferente in pista ma decisamente a suo agio a livello personale e di impegni: la 24 ore di Le Mans e il campionato WEC con la Toyota, questa nuova avventura, imprese alternative che stanno tenendo alto il morale di Alonso. Senza fargli rimpiangere l’addio alla Formula 1.

Si tratta di una gara molto difficile contro i migliori della categoria, ma noi siamo piloti e questo è il motivo vero per cui corriamo. Io ho sempre risposto in maniera chiara di voler conquistare la Tripla Corona. Nel 2017 si è trattato di un’esperienza incredibile e in fondo al mio cuore sentivo di doverci tornare, se si fosse presentata un’opportunità per farlo. Sono particolarmente felice di poterlo fare con la McLaren che è sempre stata la mia prima scelta: il team ha deciso di riprovarci anche nella prossima stagione e io ne sono entusiasta”.

Ad alimentare le voci nei mesi scorsi, erano state le soventi visite al box McLaren da parte di Andretti e il CEO della Indycar Mark Miles: in un’intervista al quotidiano spagnolo El Confidential, aveva assicurato l’interesse di Fernando allo sbarco negli USA prima possibile.

Alla fine quindi la conferma, da parte del CEO di McLaren Zac Brawn:Abbiamo una lunga e solida relazione con la 500 Miglia di Indianapolis, per noi con Fernando era una sorta di affare in sospeso”.

Rimane ancora il dubbio su quale motorizzazione equipaggerà monoposto: i rapporti incrinati tra Honda e Alonso fanno propendere per Chevrolet ma Andretti, team di appoggio per l’edizione 2017 di Fernando, utilizza gli Honda. Nei prossimi mesi capiremo se l’impresa verrà realizzata con forze interne alla scuderia di Woking o appoggiandosi a team già di esperienza, come avvenuto nel 2017.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.