Carlo Ancelotti è il nuovo allenatore dell'Everton

Ancelotti ha firmato un accordo con i Toffees fino al 2024. Il 26 dicembre il debutto contro il Burnley

Adesso è ufficiale, Carlo Ancelotti torna in Premier League ed è il nuovo allenatore dell'Everton.

Dopo aver trovato l'accordo con il Napoli per la risoluzione anticipata del contratto che lo legava alla società partenopea fino al 2021, Ancelotti approda sulla panchina dell'Everton. L'ufficialità è arrivata attraverso i canali social dei Toffees, che hanno dato il loro welcome al nuovo manager. L'accordo era stato raggiunto già nei giorni scorsi: quattro anni e mezzo e 4 milioni di euro fino a giugno del 2020, più 3 milioni di euro in caso di salvezza. Dal primo luglio del 2020 al 30 giugno del 2024, invece lo stipendio andrà a toccare i 6 milioni di euro netti a stagione per lui e per tutto il suo staff.

Aveva tanta voglia di una nuova avventura in panchina l'allenatore emiliano, dopo la deludente esperienza partenopea. Stavolta sbarca nel Merseyside scegliendo una nobile decaduta del calcio inglese, l'Everton è lontano da tempo dai vertici del calcio inglese. Gli ultimi successi risalgono in fatti alla metà degli anni 80 con Howard Kendall, sotto la cui guida vinse l'ultimo campionato nella stagione 86-87 e una Coppa delle Coppe. I suoi assistenti saranno il figlio Davide (al suo fianco nelle ultime esperienze nel Psg, nel Bayern Monaco e nel Napoli) e Duncan Ferguson, che ha interpretato brillantemente il ruolo di care-taker nelle ultime due partite, conquistando quattro punti contro Chelsea e Manchester United, anche se è stato appena eliminato dal Leicester in Coppa di Lega. Ferguson dovrebbe sedere in panchina per l’ultima volta nel match di oggi contro l’Arsenal, prima di cedere il posto al tecnico italiano, che esordirà il 26 dicembre nel match casalingo contro il Burnley.

Sono arrivate intanto le prime parole di Carletto al sito ufficiale del club inglese: ''Arrivo in un club che ha grande storia e tanti tifosi. La società ha voglia di fare qualcosa di importante e sono felice di poter lavorare con loro. Ho già visionato le ultime prestazioni della squadra, so cosa possono dare questi calciatori. Duncan ha fatto un gran lavoro in queste settimane. Organizzazione e disciplina sono ingredienti necessari nel calcio e sono certo che le ritroveremo anche noi''. Un ritorno sicuramente gradito in Premier League per il tecnico di Reggiolo, che aveva allenato il Chelsea dal 2009 al 2011 conquistando un campionato, una Coppa d'Inghilterra e una Community Shield. Ora avrà un compito senza alcun dubbio affascinante, quello di portare in alto il club di Liverpool, attualmente relegato alla 16esima posizione in classifica ma pronto a scalare l'elite del calcio inglese dopo l'arrivo dell'ambizioso uomo d'affari iraniano Farhad Moshiri.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Sab, 21/12/2019 - 15:12

finalmente è libero di poter lavorare in autonomia e sbagliare da solo senza che altri si prendano i meriti e gli addossino le colpe

maurizio.fiorelli

Dom, 22/12/2019 - 16:46

Buon lavoro e un un po di fortuna signor Carlo!