Vidal rompe con il Barcellona per alcuni premi non pagati. L'Inter spera

Arturo Vidal ha deciso di portare il Barcellona davanti alla Commissione mista della Liga e del sindacato calciatori per 2,4 milioni di euro di bonus mai corrisposti

L'Inter vuole Arturo Vidal, il cileno si accaserebbe volentieri alla corte di Antonio Conte ma c'è un ostacolo duro da superare: il Barcellona. Il club bluagrana è intenzionato a cedere l'ex Bayern Monaco e Bayer Leverkusen ma alle sue condizioni e per non meno di 20 milioni di euro, cifra che Beppe Marotta spera di limare fino ad arrivare a 15-16 milioni di euro. Il mercato di riparazione non si è ancora aperto ufficialmente ma l'Inter si è mossa con largo anticipo anche con l'agente del calciatore Felicevich, lo stesso di Alexis Sanchez, con cui è già stato trovato un accordo di massimo su ingaggio e durata del contratto.

Arturo rompe con il Barça?

Nella tarda serata di ieri è uscita la notizia secondo cui l'ex centrocampista della Juventus ha denunciato il suo club attuale per il mancato pagamento di 2,4 milioni di euro di bonus. Il cileno ha deciso di portare i blaugrana davanti alla Commissione mista della Liga e del sindacato calciatori, per cercare di risolvere questa controversia che pare vada avanti da oltre un mese. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport i due milioni di euro che ballano sono legati ad una clausola sul contratto: se Vidal avesse giocato il 60% delle partite ufficiali avrebbe maturato tali bonus, mai corrisposti. Il Barcellona sostiene che sia giusto non dover versare nulla, gli avvocati di Vidal non la vedono così dato che il club catalano avrebbe dovuto versare tale somma al loro assistito.

L'Inter attende, la Juventus non preoccupa

Il possibile inserimento della Juventus nella trattativa per arrivare a Vidal non preoccupa la dirigenza dell'Inter per varie ragioni: quella del club bianconero sembra più una manovra di disturbo per far lievitare il costo del cartellino ma in sostanza il cileno sarebbe un investimento troppo costoso per la Vecchia Signora che non ha bisogno come i nerazzurri di un centrocampista di quel peso. Inoltre il 32enne cileno all'Inter andrebbe a fare il titolare, mentre alla Juventus difficilmente troverebbe spazio dal primo minuto come spesso gli capita a Barcellona e che l'ha spinto a più riprese a chiedere la cessione. Il punto fermo della Roja, con 115 presenze e 28 reti al suo attivo, ha voglia di tornare in Serie A e di abbracciare il suo grande mentore che gli permise di esprimersi ad alti livelli in bianconero e lo fece diventare un grande centrocampista.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.