Le misteriose parole di Zeman: "Stranamente l'Atalanta corre..."

Il tecnico boemo ha elogiato l'Atalanta di Gasperini mostrandosi sorpreso sullo stato di forma dei nerazzurri: "Con i problemi che c'erano a Bergamo pensavo che non avessero molto tempo per prepararsi e lavorare"

Le misteriose parole di Zeman: "Stranamente l'Atalanta corre..."

L'Atalanta di Gian Piero Gasperini si sta dimostrando ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, una macchina da gol perfetta. I nerazzurri di Bergamo dopo i quattro gol rifilati al Sassuolo di Roberto De Zerbi nel recupero della 25esima giornata di campionato si è poi ripetuta in casa contro l'ostica Lazio, seconda in classifica, di Simone Inzaghi battuta in rimonta per 3-2. La Dea è ora quarta a meno quattro dal terzo posto occupato dall'Inter e oltre ad avere ambizioni di scalare la classifica, vuole anche continuare a stupire in Champions League ma per quello bisognerà aspettare il mese di agosto.

Zeman sibillino

L'Atalanta vola ma il tecnico boemo Zdenek Zeman ai microfoni di Radio1 si è mostrato stupito della condizione fisica mostrata dai ragazzi di Gasperini: "L'Atalanta sta correndo davvero tanto, stranamente, visto che viene da Bergamo dove ci sono stati più problemi che altrove", questo il siluro dell'ex allenatore della Roma nei confronti dei nerazzurri. Incalzato dalle domande dei giornalisti Zeman ha poi concluso l'argomento Atalanta: "Con i problemi che c'erano a Bergamo pensavo che non avessero molto tempo per prepararsi e lavorare".

L'ex allenatore di Foggia e Lazio ha poi continuato parlando della ripresa del calcio senza tifosi: "Il calcio in questo modo è senza sale, è come un piatto insipido, senza la gente non c'è spettacolo, non c'è piacere". Chiusura sulla lotta scudetto: "Ieri l'Atalanta ha comunque dato una mano alla Juventus, l'ha aiutata. Dopo lo 0-2 pensavo la potessero chiudere. Il campionato è da giocare, perché anche la Juve non sta tanto bene".

Lotta scudetto

La Juventus di Maurizio Sarri è sicuramente la grande favorita per la vittoria finale e non solo per i quattro ed otto punti di vantaggio su Lazio e Inter a undici giornate dalla fine del campionato. Biancocelesti e nerazzurri dovranno sperare in qualche passo falso dei bianconeri, magari già questa sera contro il Lecce nell'anticipo della 28esima giornata, e non potranno più sbagliare e anzi dovranno guardarsi le spalle dato che l'Atalanta dei miracoli di Gasperini non ha alcuna intenzione di porsi limiti e proverà a mettere i bastoni tra le ruote un po' a tutti fino al termine di un campionato strano, insolito ma che sta comunuqe regalando colpi di scena nonostante l'assenza di un fattore fondamentale: il pubblico sugli spalti.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti