Sul treno senza biglietto aggredisce controllore: ricercato

Sale sul treno regionale Pescara- Roma senza biglietto e poi aggredisce un controllore con un estintore. Lo sconosciuto, fuggito via, è ora ricercato

Sul treno senza biglietto aggredisce controllore: ricercato

Quella di viaggiare a bordo di un treno senza biglietto e, poi, aggredire i controllori solo perché intenti a compiere il loro lavoro sta divenendo, ormai, una sorta di pericolosa e criminale moda difficile da contenere.

Ieri mattina, infatti, una nuova violenza ai danni di un dipendente delle ferrovie si è consumata su un convoglio regionale che collega Pescara a Roma. L'aggressione è avvenuta intorno alle 6 quando un giovane, notando che il capotreno si stava dirigendo verso di lui, ha cominciato ad agitarsi fino a diventare violento.

Alla semplice richiesta di mostrare il biglietto, lo sconosciuto ha perso completamente la testa e, dopo aver afferrato un estintore, si è scagliato contro un altro dipendente di Trenitalia, in viaggio verso Sulmona per prendere ufficialmente servizio, intervenuto semplicemente per tranquillizzarlo.

Approfittando del rallentamento del treno che si stava avvicinando alla stazione di Popoli, l’aggressore ha forzato le porte ed è scappato via facendo perdere le sue tracce. Immediatamente sono scattate le ricerche del fuggitivo, a cui hanno preso parte sia la polizia ferroviaria che i carabinieri della locale compagnia.

In quel momento sul convoglio viaggiavano sette persone che, a causa dell’incidente, hanno dovuto proseguire il loro viaggio con un pullman sostitutivo messo a disposizione da Trenitalia. Il treno regionale è stato cancellato ed è successivamente ripartito da Sulmona, con destinazione Roma, con un ritardo di 30 minuti.

Commenti