Taranto, respinte le dimissioni degli assessori

Il caso delle "quote rosa" in giunta continua a far discutere. Dopo la decisione del Tar la giunta di centrosinistra della provincia di Taranto, sotto accusa perché priva di rappresentanza femminile, ha deciso di dimettersi in blocco. Ma il presidente ha respinto le dimissioni

Taranto, respinte le dimissioni degli assessori

Taranto - Il presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido, respinge le dimissioni degli assessori e conferma a ciascuno di loro "piena fiducia", confermando tuttavia che "nelle prossime ore" provvederà ad eseguire quanto è previsto dall’ordinanza del Tar a proposito dell’ingresso di donne in giunta.

Piena fiducia a tutti Il presidente della Provincia sottolinea di aver appreso della volontà dei componenti della giunta provinciale di rimettere il loro mandato assessorile "come segno della loro solidarietà e condivisione" nei suoi confronti. "Nel ringraziarli di tale gesto - dice Florido - comunico che confermo ad ognuno di loro piena fiducia rifiutando le dimissioni. Ciò peraltro confermando che nelle prossime ore provvederò ad osservare quanto previsto dall’ordinanza del TAR di Lecce sull’applicazione dell’art.48 dello statuto della provincia di Taranto".

Lo Statuto L’art.48 dello Statuto della Provincia di Taranto stabilisce al primo comma: "Il presidente della Provincia nomina i componenti della Giunta, tra cui un vice presidente, secondo le modalità previste per legge e nel rispetto del principio delle pari opportunità, ai sensi dell’art.27 della legge n.81 del 25.3.1993, sì da assicurare la presenza nella Giunta di entrambi i sessi". 

Commenti

Grazie per il tuo commento