Da iOS 16 agli occhiali, tutte le novità Apple per il 2022

Dall’aggiornamento di iOS 16 ai nuovi iPhone e la sorpresa degli occhiali connessi, cosa presenterà Apple nel corso dell’anno

Da iOS 16 agli occhiali, tutte le novità Apple per il 2022

Dopo l’arrivo dell’iPhone Se 3 all’evento dell’8 marzo, dove Apple ha svelato anche i nuovi iPad Air, Mac Studio, Mac Mini e Studio Display (oltre a un iPhone 13 verde), i prossimi mesi vedranno tante altre novità per il colosso di Cupertino. Il primo appuntamento utile è il 6 giugno, quando si terrà la WWDC, conferenza dedicata al mondo degli sviluppatori Apple. Come accade da anni, sia questo evento che altri simili tenuti dai concorrenti della Mela, tra cui Google e Facebook (ora Meta), vanno al di là del mero interesse per un pubblico tecnico. Nel panorama di Apple il motivo potrebbe già essere le anticipazioni che riguardano gli aggiornamenti di iOS, per seguire con quelli per l’Apple Watch, la Apple Tv e i computer. Ma non solo: il WWDC del 2022 potrebbe, seguendo le indiscrezioni dei ben informati, anche dare qualche spunto su rOS, ossia RealityOS, la piattaforma che darà vita agli occhiali connessi del gruppo, attesi però nel 2023.

Giugno: WWDC 2022

Dal 6 al 10 giugno, Apple dovrebbe introdurre iOS 16, iPadOS 16, macOS 13, tvOS 16 e watchOS 9. Tutti sistemi operativi già rodati ma che, ogni volta, apportano piccole migliorie all’esperienza utente. Pare che questa volta molto del lavoro dei team dedicati sia stato rivolto al tracciamento delle attività di salute. Un comparto già ben integrato sia su iPhone che Apple Watch e che presto potrebbe aggiungere il supporto ai dati ottenuti da altri accessori non Apple (ad esempio per il livello di pressione o di glucosio), un preludio a quello che sarà il Watch Series 8 di settembre: un wearable in grado anche di registrare il glucosio nel sangue e la pressione arteriosa.

Come detto, la WWDC sarebbe il momento migliore per conoscere rOS. Ad oggi sappiamo davvero poco sul sistema operativo per la realtà virtuale e aumentata, su cui dovrebbero poggiare sia gli occhiali AR che i visori VR, entrambi di prossima fattura. Quello che è certo è che siamo in un periodo storico in cui l’interesse per il metaverso è fortissimo, sebbene di concreto ci sia ben poco (il solo Horizon Worlds di Meta è accessibile agli Usa e Canada). Se Apple vuole salire sul treno in corsa non dovrebbe perdere tempo.

Settembre: iPhone 14

Subito dopo l’estate è l’ora degli iPhone. Siamo giunti alla versione 14; una serie che dovrebbe dire addio al ‘mini’ per concentrarsi ancora su quattro modelli: iPhone 14, 14 Pro, 14 Max, iPhone 14 Pro Max. Il mini è, di fatto, sostituito dalla famiglia Se, che a questo punto verrà rinnovata ogni anno più o meno. I modelli di iPhone 14 Pro dovrebbero presentare un design senza tacca per un'area di visualizzazione più ampia. La fotocamera frontale si troverà in un piccolo ritaglio e l'hardware Face ID sarà in un secondo ritaglio a forma ovale. Altre possibili caratteristiche includono un telaio in titanio per i modelli Pro, miglioramenti dei sensori, un chip A16 e un modem 5G più veloce.

A settembre sarà tempo anche per l’Apple Watch Series 8. L’orologio potrebbe ottenere nuove funzionalità per la salute che includono il rilevamento della temperatura e dell'apnea notturna e funzionalità più avanzate, come il monitoraggio della glicemia e le misurazioni della pressione sanguigna. Si parla anche della possibilità, per lo smartwatch, di capire quando chi lo indossa ha avuto un incidente stradale, per chiamare i soccorsi, e di una versione più robusta, dedicata agli sport estremi.

Inverno: MacBook Air

Apple sta sviluppando una versione più leggera del MacBook Air che avrà cornici più sottili rispetto al modello attuale. La macchina sarà dotata di un display mini-LED, tecnologia di ricarica MagSafe e porte USB-C per il collegamento di dispositivi esterni, ma non avrà una porta HDMI o uno slot per schede SD. Dovrebbe includere un chip M2 con una CPU a 8 core e una GPU da 9 a 10 core.

iPad Pro con nuovo schermo

Apple aggiornerà l'iPad Pro con il modello da 11 pollici che doterà lo stesso display mini-LED introdotto nell'iPad Pro da 12,9 pollici del 2021. Atteso anche un retro in vetro che consentirebbe la ricarica wireless, così come una funzione di ricarica inversa per trasformare il tablet in un piccolo caricatore per AirPods. A proposito, Apple sta lavorando ad una nuova versione delle cuffiette AirPods Pro, con un design più compatto e un nuovo chip audio. Si dice che il design farà a meno dello stelo, risultando in una forma più arrotondata e vicina agli auricolari senza fili concorrenti di Google e Samsung.

I visori AR/VR

Il vero Godot è rappresentato dagli occhialini-visori di realtà aumentata e virtuale. Il dispositivo potrebbe vedere al luce già a fine 2022 anche se gli analisti sono abbastanza concordi con una programmazione più virata a inizio 2023. Il prezzo sarà elevato, sui 3.000 dollari, anche se successivamente l’azienda dovrebbe immettere sul mercato una versione più economica, magari con caratteristiche hardware ridotte. Se immaginiamo un futuro in cui il digitale sarà ovunque nelle nostre case e città, gli occhialini di Apple si candidano ad essere i naturali sostituti degli iPhone, con un simile allineamento di prezzo e lo stesso marchio di status symbol.

Commenti