Bye Bye Internet Explorer: non "esiste" più

Ha segnato un'era. Ora Microsoft interrompe ogni aggiornamento

Bye Bye Internet Explorer: da domani non "esisterà" più

Ormai ci siamo: anche per Internet Explorer è arrivato il momento di andare in pensione. Lo storico browser sta per essere "abbandonato" da Microsoft, che a partire dal 15 giugno non ne supporterà più gli aggiornamenti. Il primo passo, a cui seguirà di lì a breve la definitiva scomparsa.

Fino a oggi Internet Explorer 11 aveva portato avanti l'eredità di quel primo browser, che per lungo tempo ha contraddistinto la prima esperienza online di molti utenti. Una storia fatta di grandi successi, come l'essere arrivato a rappresentare il 90% del mercato, ma anche di aspre critiche e di battaglie contro l'antitrust.

Una rapida ascesa merito soprattutto della massiccia diffusione nei pc con Windows, dove Microsoft lo proponeva come browser di default. Le prestazioni però hanno perso terreno col tempo, esponendo il programma a critiche relative a sicurezza e velocità.

Negli ultimi anni i rivali Chrome, Safari, Firefox e Opera hanno preso il sopravvento, relegando sempre più IE a un ruolo marginale. Tanto che la casa madre ha deciso di puntare su un nuovo browser, Microsoft Edge.

In particolare Chrome sembrerebbe averne raccolto l'eredità potendo contare su una diffusione pari attualmente al 77% (relativamente ai computer desktop). Come sta andando Edge? In realtà l'erede di IE non è neanche vicino ai fasti del suo predecessore: pur poggiando su un'architettura ispirata a Chrome, l'attuale browser Windows si ferma ad appena il 6%.

Internet Explorer e Microsoft Edge

Attualmente Internet Explorer è mantenuto "in vita" all'interno di Microsoft Edge, il nuovo browser che di fatto l'ha soppiantato nell'universo Windows. Il suo impiego è tuttavia limitato ad alcune applicazioni, per le quali Edge deve essere utilizzato in modalità IE.

Dopo il 15 giugno 2022 tale obbligo verrà meno e Internet Explorer potrebbe scomparire da un giorno all'altro. Fonti Microsoft indicano in un aggiornamento Windows cumulativo lo strumento con cui verrà conclusa definitivamente l'esperienza di IE.

Commenti