Rivoluzione WhatsApp: arriva la funzione per chi ha più dispositivi

C'è la data: quando l'account potrà essere usato su più dispositivi

Rivoluzione WhatsApp: arriva la funzione per chi ha più dispositivi

Entro l’estate un’altra rivoluzione in arrivo per WhatsApp. A confermare le voci è stato direttamente Mark Zuckerberg, il proprietario di Facebook che controlla anche l’applicazione di messaggistica maggiormente utilizzata al mondo. Durante un’intervista a WABetaInfo ha reso noto che entro la fine dell’estate sarà possibile configurare lo stesso account di WhatsApp su un massimo di quattro dispositivi. L'aggiornamento verrà lanciato prima in versione beta e poi al pubblico. Ma non è finita qui. Ci sono altre due novità in arrivo entro un paio di mesi: Disappearing Mode e View Once. La prima servirà per eliminare i messaggi sia ricevuti che inviati, in un arco di tempo che andrà dalle 24 ore a i 7 giorni, a scelta dell’utente. Con la seconda invece, subito dopo che avremo visualizzato i contenuti multimediali all'interno di una chat, questi scompariranno in modo automatico e definitivo.

La rivoluzione di WhatsApp

Come confermato sempre da Zuckerberg, il supporto multi-dispositivo non comprometterà la crittografia end-to-end, che in questo momento protegge i messaggi tra due dispositivi in comunicazione, attraverso una chiave composta da una parte comune e una univoca, presente sia sullo smartphone che invia che su quello che riceve. Ha anche spiegato che “è stata una grande sfida tecnica far sincronizzare correttamente i messaggi e i contenuti su tutti i dispositivi configurati, anche quando la batteria del telefono si scarica, ma abbiamo risolto questo problema e non vediamo l'ora di lanciare l'aggiornamento”. WhatsApp doveva comunque aggiornarsi, visto che il suo maggior concorrente, Telegram, dà la possibilità già da un po’ di impostare uno stesso account su più smartphone o tablet, così come è possibile inviare messaggi in chat che si autodistruggono poco dopo.

Cambiate anche le norme relative alla privacy

Del resto WhatsApp negli ultimi mesi ci sta abituando a diversi cambiamenti. Dal 15 maggio l’app di messaggistica ha cambiato le nuove normative relative alla privacy, spiegando a chi non le ha accettate che difficilmente riuscirà a usare il servizio. Infatti l’account non verrà distrutto, ma saranno in vigore delle limitazioni tali che non ne renderanno possibile l’uso. Sempre a maggio l’annuncio dell’arrivo della modalità a scomparsa, ovvero il Disappearing Mode di cui abbiamo parlato prima. Una novità molto apprezzata soprattutto da coloro che amano particolarmente i messaggi effimeri, perché più veloce. Prima infatti, per sfruttare tali messaggi, era necessario entrare nella chat di uno specifico contatto, o anche di un gruppo, per attivare l’opzione in modo manuale.

Commenti

Grazie per il tuo commento