Twitter down, web in tilt: cosa è successo al social

Boom di segnalazioni dagli Stati Uniti all'Europa poco dopo le 14. Il malfunzionamento è durato quasi un'ora

Twitter down, web in tilt: cosa è successo al social

Twitter down, si scatena il panico in rete. Poco dopo le ore 14.00 di giovedì, infatti, il social è andato ko. Come evidenziato dal sito specializzato Downdetector, c'è stato un picco di segnalazioni di problemi legati al celebre social network. Secondo quanto reso noto dagli utenti, la piattaforma di microblogging è inutilizzabile da ogni piattaforma. Niente da fare sia per l'app (iOs o android), sia da sito web. Poi, la bella notizia, alle ore 15.00: ripristinata la normalità, disservizio risolto e via ai cinguettii da 280 caratteri.

Punto di riferimento in rete nel monitoraggio di guasti e problemi su internet, Downdetector ha annotato un boom di segnalazioni attorno alle ore 14.00 italiane un po' da tutto il mondo: messaggi dagli Stati Uniti e dall'Europa, Italia compresa. "Qualcosa è andato storto. Prova ad aggiornare", è la nota di errore che ricevono gli utenti. Anche cliccando sul pulsante "riprova", niente da fare.

Per il momento Twitter non ha rilasciato dichiarazioni sul malfunzionamento ma sono attesi aggiornamenti a stretto giro di posta. Molti, con un po' di ironia, hanno accostato il down della piattaforma social con la crisi di governo in corso in Italia. C'è chi parla addirittura di complotto - speriamo con il sorriso sulle labbra - ma ricordiamo che il problema riguarda molti altri Paesi, a partire dalla vicina Francia.

Un disservizio arrivato nella fase più calda dello scontro tra Twitter e Elon Musk, dopo il passo indietro di mister Tesla per l'acquisizione della società. Un affare da 44 miliardi di dollari andato in fumo, ma la palla passa adesso ai giudici. I vertici del social network hanno fatto causa all'imprenditore per costringerlo a rispettare l'accordo e comprare l'azienda con sede a Market Street. La denuncia è stata presentata martedì dallo studio legale Wachell Lipton Rosen & Katz presso la corte della cancelleria del Delaware.

Commenti