Rivoluzione WhatsApp: si potrà usare su due telefoni

Diffuse le prime informazioni su come funzionerà l'account multiplo

Rivoluzione WhatsApp: si potrà usare su due telefoni

Una delle funzioni più attese di WhatsApp è in arrivo, almeno su Android. Come scoperto dagli smanettoni del sito WaBetaInfo, Meta, la compagnia che gestisce il servizio di chat, ha già diffuso online l'aggiornamento alla versione numero 2.22.10.13 dell'app, che permette di impostare un secondo smartphone per l'utilizzo di WhatsApp con lo stesso numero di telefono.

L'aggiornamento non è disponibile per tutti ma solo per gli iscritti al programma beta. E, ad ogni modo, non conviene nemmeno cercare online qualche sito che rende disponibile il pacchetto per due motivi: l'app potrebbe non funzionare a dovere oppure qualche buontempone potrebbe sfruttare la smania di provare l'opzione per caricare sul web una versione fasulla di WhatsApp, con dentro un virus.

Meglio attendere, anche perché non dovrebbe poi mancare molto. Lo stesso sviluppatore aveva, già dal 2021, confermato l'arrivo del "multi-device", senza però lasciare intendere quando. Un primo approccio vi è stato con la versione per computer, WhatsApp Desktop, che oramai permette di gestire le chat anche quando il telefono principale non è connesso. P

robabilmente, l'azienda avrà risolto il problema principale del multi-dispositivi, ossia il mantenimento della crittografia end-to-end. Questa consente di proteggere testi, foto e video in modo che possano essere letti solo da mittente e destinatario, gli unici in grado di "tradurre" le lunghissime linee di codice che compongono i messaggi. Essendo composta da una chiave univoca legata al numero di telefono e al dispositivo in uso, Meta è riuscita a non "rompere" la crittografia, duplicando l'opportunità di lettura delle chat mantenendo però la protezione in essere. Nessuna notizia, per ora, di una simile beta per iPhone.

Commenti