WhatsApp da oggi non sarà più utilizzabile su alcuni telefoni

L’app lascerà i dispositivi Windows Phone e Windows Mobile. La svolta di Whatsapp sarebbe dettata dalla necessità di migliorare il servizio

Il 2020 non è iniziato nel migliore dei modi per molti utenti di WhatsApp. Nella notte di Capodanno, fra i tanti messaggi di auguri inviati nelle chat della app di messaggistica di proprietà di Facebook, è circolato anche un link con un malware che potrebbe avere infettato un elevato numero di smartpone. Chi ci ha cliccato su potrebbe aver combinato un grosso guaio. Tutti i dati personali dell’utente, come password di accesso ai social, rubriche e messaggi, sono stati hackerati.

Ma questa non è l’unica brutta notizia legata a WhatsApp. Come già accaduto per il BlackBerry lo scorso anno, da oggi la app ha deciso di abbandonare milioni di smartphone i cui sistemi operativi sono ritenuti obsoleti. I primi a perdere la popolare chat saranno i dispositivi Windows Phone e Windows Mobile, già lasciati anche dalla casa madre: i telefoni dell'azienda di Redmond non possono più scaricare app dallo Store ufficiale e contemporaneamente non ricevono più aggiornamenti.

Non è tutto. A partire dal 1° febbraio del 2020, la stessa sorte toccherà anche ai possessori di dispositivi Android e iPhone. In particolare, chi utilizza smartphone con versioni Android 2.3.7 o quelle più vecchie non potrà creare nuovi profili. Stesso trattamento verrà riservato agli iPhone che utilizzano iOS 8, il sistema operativo uscito nel 2014 insieme all'iPhone 6, e Android 2.3.7, ultima versione del cosiddetto Gingerbread sul mercato a partire dal 2010.

A spiegare il perché di questa scelta è lo stesso team diWhatsApp. ''Intendiamo concentrare i nostri sforzi sulle piattaforme mobili che usano la stragrande maggioranza delle persone. Sebbene questi dispositivi mobili siano stati una parte importante della nostra storia, non offrono il tipo di funzionalità di cui abbiamo bisogno per espandere le funzionalità della nostra app in futuro''.

La svolta, sostanzialmente, sarebbe dettata proprio dalla necessità di migliorare il servizio. E proprio in questa direzione sono orientate le imminenti novità, tra cui la modalità scura e i messaggi che si distruggono automaticamente. La situazione è questa e non si può cambiare.

Gli utenti che hanno i loro preziosi ricordi su uno dei telefoni che montano questi sistemi operativi non devono disperarsi. Foto, video e documenti possono essere recuperati attraverso facili passaggi. La prima cosa da fare è salvare tutto collegando il dispositivo ad un computer. La seconda fase è salvare le conversazioni e gli stessi contenuti multimediali su Onedrive, accedendo dalle Impostazioni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Mer, 01/01/2020 - 15:51

Soprattutto quei ex-utilizzatori Windows-Phone guarderanno bene anche dal comprare altri dispositivi Microsoft, forse nemmeno più il sistema Windows, Apple e Linux ringraziano. Io ho anche un mac del 2011, è un po' che non ricevo più aggiornamenti, ho voluto reinstallarlo ed ho fatto tutto on line con solo collegamento internet, le apps mi ha scaricato l'ultima versione disponibile per la versione di SO disponibile per mio hardware, dopo quasi nove anni sono ancora soddisfatto.

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 01/01/2020 - 17:21

Windows sarà obsoleto, ma non è vero, tanto che le portaerei USA, compresa la Ronald Reagan, hanno i sistemi controllati con Windows. Personalmente me ne frego, io uso il cellulare SOLO per telefonare o ricevere chiamate!