Telecamere e colonnine sos: terminal Anagnina più sicuro

Telecamere e colonnine sos:  terminal Anagnina più sicuro

È stato inaugurato ieri, dopo un intervento durato venti mesi e realizzato con uno stanziamento comunale di 10,8 milioni, il nuovo corridoio del trasporto pubblico che collega il capolinea della metropolitana e dei pullman Anagnina e il polo universitario di Tor Vergata. I lavori sono stati effettuati da Roma Metropolitane per eliminare i punti critici presenti lungo il percorso. È stato ampliato il terminal di Anagnina con l’aggiunta di nuove banchine, mentre nei pressi del Policlinico è stato costruito un nuovo capolinea. Lungo via Ciamarra è stata riordinata la disposizione dei posti auto ed è stato attrezzato un parco lineare nello spartitraffico centrale. Inoltre lungo il tracciato sono state istallate delle nuove pensiline. Attenzione è stata posta anche sul versante sicurezza, con l’installazione di un impianto di videosorveglianza e di colonnine sos ai capolinea. Ieri il «jumbo»-bus 20 ha fatto la sua prima corsa sul nuovo percorso con a bordo il sindaco Gianni Alemanno, l’assessore ai Trasporti Sergio Marchi, i presidenti dei municipi VIII e X e i vertici di Atac e Roma Metropolitane. «Ora - ha detto il sindaco Gianni Alemanno - la seconda università è collegata meglio con il resto della città, bisogna proseguire lungo questo percorso per snellire la mobilità cittadina». Ma la giunta Alemanno non si ferma certo qui. «Entro la fine del mese - annuncia il sindaco - la giunta comunale presenterà il suo piano per la mobilità sostenibile. Abbiamo un lungo elenco di opere infrastrutturali che sono in lavorazione e che si inseriranno nel piano per la mobilità sostenibile che presenteremo a fine mese e che rappresenterà la strategia per risolvere il più rapidamente possibile il problema del traffico a Roma». La stesura definitiva del piano sarà frutto di un percorso partecipato di confronto tra il Comune ed i cittadini. L’assessore alla Mobilità Sergio Marchi ha assicurato che «saranno presentati in una conferenza cittadina gli indirizzi del piano, dopo di che si aprirà un grande dibattito con le forze sociali, i Municipi, i sindacati, i consumatori. Raccoglieremo le loro osservazioni e poi torneremo nuovamente in commissione, in giunta ed in aula per l’approvazione finale». Marchi ha anche annunciato che è in corso un «indirizzo di riprogettazione» sul corridoio della mobilità di viale Togliatti.