Troppa gente, il Papa concede il bis

C’era molta più gente del previsto per ascoltare il Papa e lui ha concesso una doppia udienza. Ieri a Castel Gandolfo sono arrivate 5.500 persone, troppe per il piccolo cortile del palazzo apostolico. Benedetto XVI ha quindi fatto il «bis» del proprio discorso.
Ieri mattina il pontefice ha tenuto l’udienza generale, affrontando l’argomento della difesa dell’ambiente. Poi ha salutato i fedeli nelle varie lingue. Dopo essersi ritirato per ricevere alcuni ospiti e dopo una breve pausa, si è affacciato la seconda volta al balcone per riproporre la catechesi. Nel frattempo infatti erano entrati nel cortile di Castel Gandolfo altri 2mila pellegrini, tutti tedeschi e austriaci. Benedetto XVI quindi ha concesso la «replica» del discorso, questa volta nella propria lingua madre. I conterranei del Papa hanno così avuto una versione dell’udienza generale tutta per loro. «Degrado ambientale e calamità naturali - ha ammonito il pontefice in entrambe le catechesi - ci richiamano all’urgenza del rispetto dovuto alla natura valorizzando un corretto rapporto con l’ambiente».

Commenti