Tube station I giovani in cerca di successo adesso si esibiranno nella metropolitana

Dalle cantine alle stazioni della metropolitana, la parola d'ordine per i giovani musicisti, sconosciuti ma di belle speranze, è sempre stata «underground». Alla fantasia, alla caparbietà, ma anche alle tante difficoltà di cui è disseminata la strada della carriera artistica, è dedicata l'iniziativa che il 25 e il 26 settembre, dalle 19 alle 23.30, trasformerà alcune stazioni della metropolitana in templi della musica, dove giovani musicisti potranno godersi i loro 15 minuti di popolarità. L'iniziativa si chiama «Tube station!» ed è dedicata ai talenti di età compresa tra i 16 e i 37 anni. Un’occasione gratuita per esibirsi di fronte a talent scout e artisti affermati. Ad ascoltare gli artisti e i gruppi che si esibiranno nelle stazioni di Battistini, Cipro, Giulio Agricola, San Paolo, Piramide e Ponte Mammolo, ci saranno giornalisti e critici musicali, dj e discografici. Il 26 settembre alle 20.30 Alex Britti accompagnerà i ragazzi che si esibiranno a Cipro, mentre il 25 (stessa ora stessa stazione) ci sarà Simone Cristicchi. I mezzi pubblici come fonte di ispirazione, ma anche, come ha detto l’assessore Croppi «strumenti di marketing della cultura». I più bravi, infatti, suoneranno il primo ottobre al Parco della Musica insieme con Meg, Velvet, Niccolò Fabi, Lillo & Greg e Blues Willies.

Commenti

Grazie per il tuo commento