Turista mette ko il ladro a colpi di taekwondo

Il rapinatore, un pregiudicato, aveva colpito un gruppo di turisti coreani, minacciandoli con un coltello. Ma uno di loro si è ribellato e l'ha neutralizzato. All’arrivo dei carabinieri il malvivente è parso contento di essere arrestato

Turista mette ko il ladro 
a colpi di taekwondo

Roma - Avete presente quei film d'azione in cui una rapina viene scongiurata grazie alla bravura della vittima che, con dei colpi da maestro (di karate, judo o qualunque altra disciplina orientale, ma vanno bene anche i cazzotti stile film di Bud Spencer e Terence Hill) riesce a far saltare il colpo? Bene, cose del genere oltre che nei film a volte accadono anche nella realtà. L'ultimo episodio si è verificato a Roma. Dopo aver rapinato un gruppo di turisti coreani, il ladro stava per allontanarsi con una borsa, ma uno di loro ha reagito a colpi di taekwondo.

Minacciati col coltello Il rapinatore - un pregiudicato quarantottenne di origini liguri - ha minacciato i turisti con un coltello nell’area del Teatro Marcello. Ma subito è stato aggredito da uno dei coreani che lo ha affrontato, disarmandolo e colpendolo così duramente da metterlo ko. All’arrivo dei carabinieri il pregiudicato è parso sollevato, quasi fosse contento di essere arrestato: "Vi devo ringraziare, quelli lì mi stavano massacrando di botte". La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al proprietario mentre il ladro "malcapitato", un po' malconcio, è stato trasferito nel carcere di Regina Coeli.

Commenti