Usa, spiati milioni di cittadini al telefono

Il Guardian denuncia: l'Agenzia di sicurezza americana spia milioni di cittadini attraverso le telefonate. Sotto sorveglianza gli utenti Verizon. Ma per il Senato Usa è tutto regolare

Usa, spiati milioni di cittadini al telefono

Il Grande Fratello è realtà. Chi pensa alle solite teorie complottistiche prive di fondamento, questa volta sarà deluso. La National Security Agency, l'agenzia di sicurezza americana, ascolta e registra tutte le conversazioni telefoniche di milioni di cittadini americani sulla base di un ordine segreto di un tribunale emesso ad aprile e valido fino al 19 luglio.

A denunciarlo è il sito del Guardian, secondo cui ad essere spiati sono gli utenti abbonati a Verizon, una delle maggiori compagnie americane, come dimostra l'ordinanza top secret. All'azienda di telefonia sarebbe stato ordinato di consegnare la lista giornaliera delle chiamate, "sia all’interno degli Stati Uniti sia tra gli Stati Uniti e altri Paesi". Vengono raccolti, sembra i numeri di entrata e uscita delle chiamate, i dati sulla localizzazione, gli orari e la durata, ma non i contenuti.. Un documento quello in mano alla redazione del quotidiano inglese che per la prima volta dimostra come "sotto l’amministrazione Obama, le registrazioni delle comunicazioni di milioni di americani siano state raccolte indiscriminatamente e in massa, indipendentemente dal fatto che essi fossero sospettati di qualche illecito". L’ordine provienda dalla Foreign Intelligence Surveillance Court (Fisa) ed è stato emesso il 25 aprile.

Già qualche settimana fa Barack Obama era finito al centro delle polemiche per alcune intercettazioni a un centinaio di giornalisti di Ap. Dopo qualche ora di silenzio, un alto funzionario dello staff del presidente Usa ha confermato la notizia. L'autenticità del documento era stata peraltro assicurata anche da una fonte interna della Nsa

Commenti