Vallecrosia Compra scarpe cinesi: ustioni ai piedi

Un francese di Nizza, paraplegico e insensibile agli arti inferiori, sostiene di essere stato vittima di ustioni di secondo e terzo grado ad entrambi i piedi per aver indossato scarpe importate dalla Cina e acquistate in un negozio di Vallecrosia. «Ho portato queste scarpe per la prima volta il 31 luglio - racconta Bernard Beltran, 51 anni, all’agenzia France Presse mostrando le foto - ho dovuto lasciarle ai piedi cinque ore di fila e quando le ho tolte mi sono venuti via brandelli di pelle insieme con in calzini. I piedi erano diventati il doppio e avevano profonde ustioni». Ricoverato a Nizza il 3 agosto, a Beltran sono state diagnosticate ustioni di secondo e terzo grado sulle parti «dorsali e posteriori» dei piedi, secondo quanto si legge sul certificato medico mostrato dall’uomo. Il problema che ha avuto con le scarpe è stato reso più grave dal fatto che la sua malattia lo priva di sensibilità ai piedi. L’uomo handicappato dice che le scarpe, della marca cinese Lalikaer, sono state acquistate il 26 luglio in un negozio di Vallecrosia, fra Bordighera e Ventimiglia, poco lontano dal confine con la Francia. Beltran, che ha ancora i piedi fasciati e dice di aver rischiato l’amputazione del piede destro, sarà ricoverato da lunedì prossimo per un intervento di chirurgia plastica.

Commenti