Vele blu: le spiagge più belle in Sardegna, Puglia e Toscana

Sono 14 le località che quest'anno possono esibire le 5 vele, il massimo dei voti. Le regioni che ne raccolgono di più sono la Sardegna, che si riconferma al primo posto, la Puglia e la Toscana. A seguire Campania e e Sicilia

Vele blu: le spiagge più belle 
in Sardegna, Puglia e Toscana

Milano - Sardegna fermamente al timone, Puglia e Toscana a "gonfie vele", bene Campania e Sicilia. Sono 14 quest’anno le località dove sventolano 5 vele, il massimo: Pollica, Cinque Terre, Ostuni, Capalbio, Castiglione Della Pescaia, Nardò, Capraia, Salina, San Vito lo Capo, Bosa, Baunei, Noto, Posada, Otranto. Torna anche per l’estate 2010 la guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano, che quest’anno festeggia la sua decima edizione con una veste grafica tutta nuova. È la costa tirrenica a rappresentare l’eccellenza dell’offerta turistica balneare e aumentano ancora le località, ben 14, che conquistano il massimo riconoscimento, le 5 vele, segno che sono sempre di più le amministrazioni impegnate ad aumentare la qualità ambientale del loro territorio.

In pole position Con una media di 3,4 vele per località la Sardegna mantiene il timone anche in questa edizione ma quest’anno a seguirla è la Puglia che con 3,2 vele per località, supera la Toscana a quota 3,1. Il vero salto però lo fa la Campania che con 2,69 vele in media, conquista il quarto posto davanti alla Sicilia (2,63 vele) e ad Abruzzo, Basilicata e Marche a pari merito con una media 2,5 vele per località. "In queste regioni - spiega Legambiente - l’eccezionale e riconosciuto pregio naturalistico, si sposa con l’impegno nella salvaguardia del paesaggio e del litorale e, soprattutto, con tante iniziative di sviluppo dei servizi e di valorizzazione e tutela del territorio".

La Guida Blu La decima edizione della Guida Blu è stata presentata oggi a Roma da Sebastiano Venneri, vicepresidente e responsabile mare di Legambiente, Alberto Dragone, direttore editoriale Touring Editore, Luigi Rambelli, presidente di Legambiente Turismo, Stefano Donati dell’Istituto di Ricerche Ambiente Italia, insieme ai sindaci delle località premiate con le cinque vele. Le località segnalate coniugano l’offerta turistica con il rispetto dell’ambiente: all’acqua pulita e servizi efficienti aggiungono spesso progetti per una migliore gestione dei rifiuti e qualità dell’aria, valorizzano il paesaggio, i centri storici e le produzioni tipiche, curano l’offerta enogastronomica, adottano piani per una corretta pianificazione del territorio migliorando le condizioni di soggiorno per tutti i turisti.

Commenti