Mondo

Vende verginità all'asta per curare la mamma

I diplomatici dell’Ecuador in Spagna si mobilitano per aiutare Evelyn. La ragazza, una  28enne ecuadoriana residente a Valenza, ha avviato un’asta online per vendere al miglior offerente la propria verginità per aiutare la madre malata

Vende verginità all'asta 
per curare la mamma

Madrid - I rappresentanti del governo dell’Ecuador in Spagna si mobilitano per evitare che Evelyn Duenas venda la verginità per curare la madre. La ragazza, 28 anni, ecuadoriana residente a Valenza, molto religiosa, ha avviato un’asta online per vendere al miglior offerente la verginità per aiutare la madre malata. Evelyn, però, non ha ancora risposto alle e-mail e alle telefonate delle autorità ecuadoriane. Allo studio aiuti per gli emigranti o borse di studio.

Verginità in vendita Alla fine è diventato un affare di Stato. I rappresentanti del governo dell’Ecuador si sono mobilitati per "salvare" Evelyn, la ragazza ecuadoriana di 28 anni residente a Valenza che vuole vendere al miglior offerente la propria verginità per aiutare la madre malata. L'annuncio in un’asta su internet.

L'intervento dell'Ecuador "Abbiamo provato a chiamare la ragazza varie volte e le abbiamo mandato delle e-mail", ha detto all’Ansa il rappresentante in Spagna della Secretaria Nacional del Migrante (Senami) dell’Ecuador, Oscar Jara. Per il momento Evelyn non ha risposto, e tanto il Senami quanto il consolato di Valencia stanno aspettando un segnale "per poterle fare visita a casa accompagnati da uno psicologo", ha chiarito Jara. Il quale assicura che le autorità hanno appreso la notizia dell’asta "solo ieri sulla stampa" e che si stanno muovendo per "valutare il caso e vedere se Evelyn possa avvalersi di alcuni dei piani di aiuto" offerti dallo stato ai propri emigrati.

Il piano d'assistenza Tra questi ci potrebbero essere borse di studio per lei con l’inclusione della madre, gravemente malata, in piani di assistenza sociale in Ecuador. Jara ha spiegato che lo stato "non intende offrire aiuti straordinari", ma evitare che la ragazza, molto religiosa, ceda la sua verginità in cambio di denaro, rinunciando così al suo sogno di arrivare illibata alla prima notte di matrimonio.

Commenti