Vigile ucciso dal Suv Arrestato a Vienna il complice del killer

È un serbo di 41 anni. Lo scorso 12 gennaio insieme a Goico Jovanovic ha investito e ucciso il vigile Nicola Savarino in zona Bovisa

Vigile ucciso dal Suv Arrestato a Vienna  il complice del killer

Il presunto complice del giovane nomade che ha investito e ucciso il vigile Niccolò Savarino avvenuto a Milano lo scorso 12 gennaio è stato arrestato a Vienna.

Si tratta di un cittadino serbo, di 41 anni. L’arresto è stato effettuato da un reparto speciale della polizia nei pressi del castello di Schoenbrunn, mentre il serbo stava per vendere dei quadri rubati. La notizia dell’arresto è stata pubblicata dal quotidiano viennese Kronenzeitung e confermata da un portavoce della polizia all’agenzia stampa Apa.

L’uomo aveva contattato alcuni potenziali acquirenti per vendere dei quadri rubati dal valore di un milione di euro. L’uomo è stato bloccato la mattina di sabato scorso nella Schoenbrunnerstrasse, la via che dal centro di Vienna porta al famoso castello.

L’arresto è avvenuto nell’ambito di una inchiesta su un traffico di quadri rubati. La polizia austriaca ha arrestato il serbo di 41 anni, e altri sei complici. Gli inquirenti - scrive il quotidiano Kronenzeitung - avevano ricevuto una soffiata che il serbo, ricercato con mandato di cattura europeo, si troverebbe a Vienna per piazzare alcuni quadri rubati in Italia di un valore di un milione di euro.

Commenti