Ville e giardini liguri palcoscenico ideale di arte e spettacolo

Ville e giardini liguri palcoscenico ideale di arte e spettacolo

Quattro nomi liguri con due punti in comune: la chitarra e le vite avventurose. Corsare appunto. È la nuova sfida lanciata da «Teatri Possibili Liguria» che porta in scena «Chitarre corsare in un mare di giardini», lo spettacolo in forma di concerto, firmato da Sergio Maifredi su testi e musiche di Fabrizio De André, Giuseppe Mazzini, Niccolò Paganini e Pasquale Taraffo. E le ville e i giardini della Liguria diventano il palcoscenico naturale dell'evento, in una cornice prestigiosa tra importanti riferimenti alla storia ligure, come nel caso di castello Brown a Portofino che conserva ancora tracce di epoca romana. Gli edifici selezionati conservano infatti le opere dei migliori talenti liguri con artisti come Gregorio De Ferrari e Domenico Piola che hanno affrescato i soffitti di Villa Lo Zerbino a Genova. Teatri Possibili Liguria - dopo il successo di «Viaggiatori Viaggianti» in calendario al Teatro Stabile di Genova -, insieme all'assessore regionale al Turismo Margherita Bozzano, partecipa così al progetto di valorizzazione del patrimonio culturale e artistico della Liguria, con uno spettacolo che ha come comune denominatore: la vita, le vicende, le musiche, e le parole di quattro tra i più grandi liguri nel mondo.
«Chitarre Corsare dopo il debutto all'inizio di questa estate - spiega Maifredi, regista e ideatore - torna in Liguria, per unirsi al progetto dell'assessorato al Turismo, che è quello della valorizzazione delle ville e dei giardini liguri. Molti di questi li conosce anche il grande pubblico, tanti altri invece sono degli scrigni segreti a volte inaccessibili. Chitarre Corsare, insieme ad altre manifestazioni, ha dunque l'obbiettivo di aprire e rendere fruibili questi giardini e ville, molte delle quali sono private. Non è stato facile farle aprire al pubblico, pertanto è bene approfittarne». Lo spettacolo, ideato insieme a Fabrizio Giudice alla chitarra, Andrea Nicolini voce e fisarmonica e a Gianluca Nicolini flauto traverso, ha preso il via nel mese di luglio dagli scali a mare di Pieve Ligure e proseguirà in un viaggio tra colori arte a architettura. Il primo appuntamento è per domenica 13 settembre nei giardini del Castellaro Oratorio di Santa Maria Maggiore (Albisola Superiore), venerdì 18 settembre lo spettacolo si trasferisce nel Parco Castello di San Giorgio nel Parco di Portofino. Il 19 settembre è a Villa Hanbury (Ventimiglia) e il 20 settembre arriva ai Parchi di Genova, sul piazzale di pertinenza della Villa Saluzzo Serra. Le rappresentazioni sono a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti: info Teatri Possibili Liguria 329.0540950.