Maserati Quattroporte ora anche S e Q4 Gli specialisti tedeschi sono avvisati

Balocco (Vercelli)S e S Q4 sono le nuove versioni che ampliano la famiglia della Maserati Quattroporte. In vendita da quattro mesi, la nuova ammiraglia italiana - che ha debuttato con la versione Gts equipaggiata con un V8 di 3.8 litri con 530 cv (da 149.960 euro) - ha già suscitato molto interesse, come testimoniano gli oltre 6.100 raccolti nel mondo. Le vendite del marchio, intanto, sono già a più di 10mila in quattro mesi, risultato che surclassa di oltre 3.700 unità quello registrato nel 2012. Le due novità sono spinte dal V6 di 3 litri - a iniezione diretta di benzina sovralimentato da un turbo di piccole dimensioni per ogni bancata di cilindri, proprio come quello di 3.8 litri - che sviluppa 410 cv e una coppia di 550 Nm a 1.750 giri. È un'unità prodotta a Maranello (Ferrari) con il solo basamento che arriva dagli Usa ma, per il resto, sviluppata dalla casa del Tridente.
Le nuove Quattroporte si propongono come alternativa alle proposte dei marchi tedeschi, una missione avvalorata dal fatto che si differenziano tra loro dal tipo di trazione. La S, che sarà venduta dalla primavera 2014, è una classica trazione posteriore, mentre la S Q4 (110.635 euro) è a trazione integrale. Il sistema, sviluppato da Maserati con l'austriaca Magna, è in grado di inviare il 100% della trazione al retrotreno ma anche di passare, istantaneamente, a una distribuzione che può essere 50:50 quando la situazione lo richiede. Distinguibili dalla Gts solo per la forma dei terminali di scarico, le due ultime nate della famiglia Quattroporte ereditano dalla versione più potente i lineamenti elegantemente sportivi della carrozzeria e l'allestimento sontuoso dell'ampio abitacolo. Inoltre, rimarcano l'appartenenza alla famiglia Quattroporte con la scocca ampiamente realizzata in alluminio per contenere la massa, ripartita equamente sui due assali come impone la tradizione Maserati, al fine di avvantaggiare sia l'efficienza dei motori sia il comportamento, nonché con i gruppi delle sospensioni controllati elettronicamente.
Capace di raggiungere i 283 orari e di toccare i 100 in 4,9 secondi, a fronte di percorrenze medie di 9,4 chilometri con un litro, la S Q4 vanta un carattere assai duttile capace di supportare l'uso normale con la grande elasticità del motore che, però, all'occorrenza si può trasformare in una verve assai incisiva e appagante, che è accompagnata da un sound suggestivo. E unitamente al comportamento ottimale generato dal lavoro della trazione integrale, specie considerando le dimensioni dell'auto che culminano in una lunghezza di 5,26 metri e la massa che s'attesta a circa 1.900 chilogrammi, determinano una guidabilità istintiva, che diventa coinvolgente impiegando i settaggi che impostano sportivamente la risposta del motore, del cambio a 8 marce, azionabile anche manualmente con i paddles dietro al volante, e delle sospensioni, nonché gli interventi dei sistemi di gestione del dinamismo.

Autore

Commenti

Caricamento...