Web e salute Ora l’influenza si può prevenire grazie a Google

Il prossimo picco di influenza potrebbe essere tenuto più sotto controllo grazie a Google . L’applicazione del più famoso motore di ricerca al mondo si chiama Flu Trend e permette di tracciare i focolai di influenza con un anticipo di due settimane. In anticipo anche rispetto ai dati dell’Agenzia per la salute americana. A raccontare l’esperienza di Flu Trends è Alma Whitten,di Google, in un incontro a Milano per parlare del modo con cui l’azienda di Mountain View gestisce i dati sensibili. La storia di Flu Trends, spiega la Whitten, «è iniziata con i nostri ingegneri in California, che hanno avuto l’idea di rivolgersi al Cdc per usare i dati riguardanti le epidemie, divisi per area geografica, e li hanno confrontati con le informazioni anonime che il motore di ricerca colleziona dagli utenti quando questi navigano su internet. Incrociando i dati, ha concluso la Whitten, si è vista una certa sistematicità. Uno strumento preventivo assolutamente affidabile. Peccato che in Italia il sistema non funzioni ancora a dovere viste le notevoli difficoltà a raccogliere i dati ufficiali del ministero della Salute.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti