Sfugge a uno squalo affamato grazie a un drone

Nelle acque del Nuovo Galles del Sud, in Australia, un surfista ha evitato l'attacco di uno squalo grazie a un drone che lo ha avvertito della presenza del predatore; l'uomo, dunque, ha nuotato verso la riva mettendosi in salvo

Gli squali sono i predatori marini più affascinanti, ma anche i più temuti; lo sanno bene tutti gli amanti del mare che per lavoro, per passione o per sport possono rischiare di imbattersi in questo animale dall'aspetto poco rassicurante. Proprio un surfista, recentemente, è stato protagonista di una vicenda fortunatamente senza conseguenze, riuscendo a salvarsi grazie all'aiuto di un drone che lo ha avvertito della presenza dello squalo nelle immediate vicinanze.

La vicenda si è svolta a Werry Beach, nel Nuovo Galles del Sud (Australia). Christopher Joye, operatore amatoriale di droni, stava pattugliando la zona con il drone quando ha avvistato uno squalo che si dirigeva verso un surfista. Così Christopher ha attivato la modalità "ricerca e salvataggio" sul drone avvisando acusticamente il giovane tramite l'altoparlante di cui era dotato il sistema. Ricevuto il messaggio, il surfista ha potuto prontamente invertire la rotta della sua tavola da surf per tornare verso la riva mentre lo squalo si è allontanato verso il mare aperto.

In merito a quanto è successo, Joye ha riferito: "Penso che sia probabilmente la prima volta che un pilota di droni in qualsiasi parte del mondo ha fermato un attacco di uno squalo avvisando i nuotatori o i surfisti attraverso un canale di comunicazione in diretta. Lo faccio perché ho visto così tanti squali dal drone che qualcuno deve cercare di proteggere i nostri surfisti e nuotatori. Ecco perché ho acquistato il drone di ricerca e salvataggio con la possibilità di inviare avvisi e comunicare con persone le cui vite sono a rischio."

Christopher di giorno lavora come manager di fondi di investimento, mentre nel tempo libero pattuglia i mari, proprio per avvistare gli squali, con il suo drone. Nel raccontare i fatti l'uomo ha sottolineato come lo squalo fosse lungo circa tre - quattro metri e appartenesse con molta probabilità a una specie che ha già mietuto molte vittime di recente. Infine, ha aggiunto che è sua la speranza che un giorno la tecnologia dei droni sia maggiormente utilizzata per la prevenzione di attacchi da parte di questi animali.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.