A Wind la gara per i cellulari

da Roma

Si è conclusa ieri la mega-gara per i telefonini nella pubblica amministrazione. Stando a quanto anticipano alcune fonti vicine al dossier, Wind ha vinto. Ed è la seconda volta consecutiva. Il gruppo, che nel frattempo è passato dal controllo dell’Enel a quello della Weather Investments dell’egiziano Naguib Sawiris, si era infatti già aggiudicato il precedente appalto per 130mila cellulari. Per la nuova gara, il numero dei telefonini si è alzato da 130 a 270mila e comprende anche i satellitari. Per la prima volta, infatti, la pubblica amministrazione ha indetto un appalto anche per gli apparecchi che prendono il segnale ovunque, dagli oceani alle zone del pianeta più irraggiungibili. La convenzione, stando a quanto si legge nel bando, durerà 30 mesi (18 mesi più ulteriori 12 possibili). La gara era stata indetta dalla Consip a marzo, i gestori avevano presentato le loro offerte ad agosto e ieri si è tenuto il cda per l’aggiudicazione. Oltre a Wind, hanno partecipato anche gli altri due principali operatori di telefonia mobile: Vodafone e Tim. Quando Wind aveva vinto la gara due anni fa c’erano state diverse polemiche con i concorrenti.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.