Zanetti a Ibrahimovic: "All'Inter non ha vinto da solo..."

Alla vigilia della sfida Inter-Barcellona di Champions, il capitano dell'Inter risponde alle parole dell'ex nerazzurro. E lo svedese: «Che accoglienza mi aspetto? Nessuna... Ma se i tifosi parlano bene di me, sono contento»

Zanetti a Ibrahimovic: "All'Inter 
non ha vinto da solo..."

Zlatan Ibrahimovic è tornato a Milano, dove domani sfiderà l'Inter con il suo Barcellona nella prima gara della Champions League. Lo svedese è sbarcato a Malpensa con i compagni poco dopo le 12.30.
«SE PARLANO BENE DI ME SONO CONTENTO» «È una buona sensazione tornare a Milano - ha detto - sarà una grande partita». Alla domanda se abbia seguito l'inizio di stagione dell'Inter ha risposto: «non ho visto le partite, ma ho visto i risultati, sta facendo molto bene». E sull' ottimo rendimento di Samuel Etòo ha aggiunto: «Sono contento per lui». A Ibrahimovic è stato infine chiesto che accoglienza si aspetta dai tifosi. «Niente - ha replicato -. Se parlano bene di me sono contento». Il Barcellona ha lasciato Malpensa a bordo di un pullman diretto all'albergo. Dopo le 18 a San Siro ci sarà la conferenza stampa dell'allenatore Guardiola e del capitano Carles Pujol. Alle 19 l'allenamento allo stadio Meazza.
LA RISPOSTA DI CAPITAN ZANETTI «Non so cosa faranno i tifosi dell'Inter, ma oggi Ibrahimovic è un avversario e noi dobbiamo cercare di vincere la partita». Così Javier Zanetti, capitano dell'Inter. «L'Inter ha vinto grazie a Ibra? Lui faceva parte della squadra, ha pagato il lavoro di squadra come sempre», risponde Zanetti. Per il capitano nerazzurro, «è un bene affrontare ora il Barcellona, è una grande squadra e per noi è una partita importante per sapere in che condizioni siamo. Ci può dire tanto e la affronteremo nel migliore dei modi, per iniziare bene il girone». L'Inter vuole crescere anche in Europa: «La doppia sfida con il Manchester dell'anno scorso deve essere un punto di partenza e da lì dobbiamo ripartire per cercare di migliorare. Sappiamo che la Champions è molto difficile, ma vogliamo essere protagonisti e arrivare fino alla fine».