Addio alla vecchia lampadina

Dopo 130 anni l'Europa mette al bando le lampade a incandescenza. Con quelle a risparmio energetico ogni famiglia spenderà fino a 50 euro l'anno in meno

L'Europa archivia una storia lunga 130 anni: va in pensione l'invenzione di Thomas Edison, le vecchie lampadine, quelle con il filamento, a incandescenza. E così d'ora in poi, ai lampadari, dovremo abituarci a vedere le lampadine a basso consumo energetico, fluorescenti e incandescenti con tecnologia alogena.
Secondo le stime, le nuove lampadine permetteranno una riduzione di 15 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 e un risparmio energetico di 40 miliardi di kw/h (kilowattora) mentre, sulla base dei dati diffusi dalla Commissione europea, consumano dal 25% all'80% in meno rispetto a quelle tradizionali. Sul fronte economico, ogni famiglia spenderà tra i 25 e i 50 euro in meno in bolletta, a livello europeo si risparmieranno tra i 5 e i 10 miliardi di euro.
Anche se nei negozi si potranno ancora trovare fino a esaurimento scorte, il sipario cala, per il momento, soltanto sulle vecchie lampadine da 100 Watt per passare, poi, gradualmente anche a quelle di potenza inferiore a partire dal 2010. Un gesto, quello di sostituire le vecchie lampadine, che consentirà a livello mondiale, per esempio per quelle per uso domestico, un risparmio di 46 miliardi di euro, fino a 50 euro a bolletta per famiglia, e un taglio di 239 milioni di tonnellate di CO2.
Secondo uno studio del centro di ricerca e sviluppo di Philips la sostituzione a livello mondiale delle lampade a incandescenza porterà a un risparmio pari alla produzione di 228 centrali elettriche in un anno, a livello europeo il risparmio sarà pari a 10 miliardi di euro pari alla produzione di 52 centrali elettriche. In Italia si vendono, per la grande distribuzione, oltre 3.000.000 di lampade a incandescenza da 100 Watt e per il momento 1.500.000 di lampade a risparmio energetico da 18 e 20 Watt che corrispondono a una da 100 Watt.
Ma, il nostro Paese, spiega il responsabile ambiente del Pd, Ermete Realacci, «l'Italia è leader mondiale nell' illuminotecnica e in elettrodomestici bianchi». Ed è proprio nell'innovazione, continua Realacci, che c'è «la strada per uscire dalla crisi», anche «quando l'Italia arriva sempre prima». Il Wwf chiede, però, che oltre alle lampadine a incandescenza anche quelle alogene standard vengano messe al bando in Europa.

Commenti

Grazie per il tuo commento