Afghanistan Talebani ovunque «Presenti sul 97% del territorio»

A quasi otto anni dall’arrivo a Kabul di forze militari internazionali decise a sradicare il terrorismo e ad avere ragione dei talebani, questi ultimi non risentono affatto dell’usura del conflitto e anzi sono attivi praticamente su tutto il territorio dell’Afghanistan. Questa amara constatazione è contenuta in uno studio presentato dall’International Council on Security and Development (Icos), che evidenzia come oggi i talebani abbiano una presenza permanente o sostanziale sul 97% del territorio afghano. Introducendo i risultati del lavoro poche ore prima che il presidente Barack Obama commemorasse l’11 settembre a New York, Norine McDonald, presidente dell’Icos, ha detto che «nonostante la presenza di decine di migliaia di soldati stranieri in Afghanistan, il ritorno, l’espansione e l’avanzamento dei talebani sono elementi incontestabili». Dal rapporto dell’Icos l’Afghanistan risulta per l’80% presidiato dai talebani «con carattere permanente» e per un altro 17% «sostanziale». L’unica curiosa eccezione è la provincia di Saripul (3% del territorio afghano), dove la stragrande maggioranza dei circa 500.000 abitanti è di etnia uzbeka.