Passione motori, in 60mila a Milano AutoClassica e affari per 70 milioni

La seconda edizione 2016 del Salone dell’auto classica e sportiva ha richiamato il 18% di visitatori in più rispetto all'edizione di marzo. Boom di vendite di vetture. Andrea Martini: "Edizione entusiasmante promossa anche da case automobilistiche e operatori"

Passione motori, in 60mila a Milano AutoClassica e affari per 70 milioni

Passione per le auto d’epoca, da collezione e per le supercar, da parte del “popolo dei motori” - dagli appassionati agli investitori - che hanno affollato Milano AutoClassica: più di 60mila e ha chiusura con un incremento del 18% rispetto all’edizione che si è tenuta nel polo espositivo di Fiera Milano lo scorso marzo.
Sesta edizione del Salone dell’auto classica e sportiva che ha visto la presenza di oltre duemila vetture e brand come Abarth, Alfa Romeo, Aston Martin, Infiniti, Jaguar, Jeep, Lamborghini, Lancia, Land Rover, Maserati, McLaren, Tesla, su una superficie di 50mila metri quadrati.

Quest’anno i visitatori hanno avuto un motivo in più per venire al Salone: la prestigiosa e seguitissima asta Duemila Ruote battuta da RM Sotheby’s con 817 lotti composti da auto, moto, natanti e bici d’epoca, contesi da amatori e collezionisti giunti da tutto il mondo per aggiudicarsi i pezzi più pregiati con rilanci in qualche caso davvero eccezionali. La punta di diamante dell’asta, una Ferrari 275 GTB/6C Alluminio del 1966, è stata aggiudicata a oltre 3 milioni di euro.

“Archiviamo questa edizione - dice Andrea Martini, presidente di Milano AutoClassica - con un bilancio entusiasmante. Il Salone ha infatti dimostrato di aver definitivamente conquistato un importante seguito di pubblico. Ciò grazie ad una formula originale e molto apprezzata dagli appassionati di motori, che intreccia il passato dell’automobilismo, rappresentato da vetture d’epoca affascinanti e in qualche caso uniche, con la proposta di performanti modelli di produzione attuale, un paio almeno dei quali svelati qui per la prima volta in Italia”.

“Milano AutoClassica è stata anche promossa a pieni voti dalle case automobilistiche presenti e dagli operatori del mondo delle vetture classiche - prosegue Martini -, confermando di essere non solo una festa per appassionati di motori e collezionisti, ma anche un’occasione di business da non perdere e accessibile a tutti. La contemporaneità con l’asta di RM Sotheby’s, evento senza precedenti in Europa, ha avuto uno straordinario successo. Si è trattato di un connubio perfetto e di ulteriore carburante nel motore di Milano AutoClassica. Ringrazio RM Sotheby’s per aver scelto il nostro Salone come palcoscenico ideale di un evento entusiasmante come l’asta Duemila Ruote”.

Milano AutoClassica ha coinvolto il suo pubblico anche in appassionanti competizioni tra vetture storiche nella Classic Circuit Arena, su un bel tracciato in asfalto lungo 1.4 km. Due le gare ufficiali che vi hanno avuto luogo: Historic Rally vinto da “Febis” su Lancia Stratos, e Historic Speed vinto da Antonino Fiordilino a bordo di una Fiat Giannini 650 NP. Nella Circuit Arena sono avvenute anche test drive su Jaguar e Infiniti e parate di auto classiche che hanno scritto la storia dell’automobile.
Milano AutoClassica tornerà a Fiera Milano (Rho) il 24, 25 e 26 novembre 2017

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento