«Altro che guadagno. Stiamo peggio di allora»

Nella vita così come nello sport sono frequenti i momenti difficili. Solo chi è forte riesce a superarli. Chi resta unito. Senza farsi prendere dalla frenesia. O da decisioni affrettate. Il Genoa società e mister Gasperini lo sanno. L'hanno già dimostrato in passato. Nessuno infatti si nasconde. Il momento è difficile, anche per i tanti infortuni. «Il presidente non era arrabbiato. Ha chiesto solo maggiore attenzione e compattezza». Le critiche però come è ovvio che sia, ci sono. «Nel mondo del calcio funziona così» chiosa il tecnico di Grugliasco. Che ribatte: «Personalmente non credo che vada tutto così male». Poi conclude. «Dopo la sconfitta con il Chievo e le polemiche che ne sono seguite, avevo già capito che sarebbe stata un'annata particolare». Il Bari e domenica l'Atalanta potrebbero però cambiare l'umore. «Siamo in grande emergenza, ma dobbiamo restare uniti per queste due sfide casalinghe che possono darci slancio».
La formazione di Ventura, «vera rivelazione del campionato» arriva caricata a mille dopo il pareggio con l'Inter. «Mi spaventa la loro velocità nelle ripartenze e la grande compattezza dei movimenti». E chi dal capoluogo pugliese insinua che il rinvio di dicembre favorì i rossoblù, la risposta del Gasperson è col sorriso. «Siamo messi molto peggio, altro che guadagnarci». In porta giocherà Amelia, in difesa Dainelli, che recupera, con Bocchetti e Biava ai lati. Eventualmente pronto Moretti. Il centrocampo è quello solito. Rossi e Criscito sugli esterni, con Juric e Milanetto in mezzo. In attacco tutto dipenderà dalle condizioni di Sculli. «Eventualmente giocheremo con una sola punta, come fanno moltissime squadre». Il numero quattordici rossoblù crede nel recupero. Si sente meglio ed è stato convocato. Quindi il tridente sarà completato da Mesto e Suazo. Altrimenti spazio a Zapater o Sokratis.
Capitolo mercato. Esposito è andato in prestito al Livorno dove si è già allenato, mentre Figueroa si è accasato al Rosario Central. Modesto è vicino al Bologna. In entrata è da escludere la pista che porta al centrocampista Schaars dell'Az. Probabilmente si sbloccherà tutto dopo il caso Ledesma. La sentenza è fissata il 26 gennaio. Smentita infine la voce di Palladino alla Juve che è vicina a Candreva (accostato al Genoa), mentre c'è stato uno scambio di portieri. Dal Vicenza arriva il giovane Frisoni, mentre Danilo Russo approda ai biancorossi.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.