Ancora maltempo E nel Cremonese i campi di mais vanno sott’acqua

Il maltempo continua anche oggi. La protezione civile della Lombardia che conferma l’avviso di criticità moderata per il rischio di temporali fino ad oggi su tutta la Regione e rimane l’allerta per il livello del Po che ieri pomeriggio è salito di oltre 1,5 metri. La situazione metereologica dovrebbe iniziare a migliorare da domani con possibili rovesci limitati però la pomeriggio e alla fascia prealpina. Ma nel cremonese i campi di mais finiscono sott’acqua. Le forti precipitazioni della notte fra martedì e mercoledì si sono abbattute su campi e aziende agricole nell’area che circonda la città di Cremona. In particolare, come risulta da un monitoraggio di Coldiretti, la situazione più critica è nei comuni di Stagno Lombardo, Malagnino, Gadesco Pieve Delmona, Gerre de’ Caprioli, Bonemerse, Robecco, Pozzaglio. La pioggia, che in alcune zone ha superato i 250 millimetri, ha provocato allagamenti di campi coltivati a mais, grano, orticole e foraggiere. A questo si aggiungono disagi e danni alle strutture aziendali.
Colture già riseminate a causa delle precipitazioni d’inizio maggio, sono oggi del tutto compromesse. I danni sono ingenti: i campi avranno bisogno di ulteriori lavorazioni, molti dovranno essere riseminati, con grave perdita di prodotto.
Nei prossimi mesi le aziende sconteranno i ritardi nella maturazione. Coldiretti si è attivata per chiedere ai Comuni e alla Provincia ogni passo utile ad ottenere il riconoscimento dello stato di calamità.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti