Ancora sbarchi: arrestati due scafisti a Siracusa

Continuano gli sbarchi degli immigrati: 55 clandestini provenienti dall'Egitto sono giunti nel Siracusano. La Gdf ha arrestato due scafisti di origine curda. Due barconi con 88 stranieri sono arrivati nella notte a Malta, secondo le autorità del posto ci sarebbe un morto

Ancora sbarchi: arrestati due scafisti a Siracusa

Palermo - Due presunti scafisti sono stati arrestati dalla guardia di finanza a Siracusa. Si tratta di due dei 55 clandestini soccorsi ieri a sud di Porto palo di capo passero e giunti in nottata nella città aretusea. Gli immigrati, che inizialmente sostenevano di essere curdi, sono stati identificati come egiziani e trasferiti nel centro di accoglienza di Pozzallo, nel ragusano.

I 55 clandestini Sarebbero tutti egiziani, e non iracheni di etnia curda, i 55 immigrati intercettati ieri pomeriggio, al largo delle coste siracusane, da una motovedetta della Guardia di Finanza. I militari delle Fiamme Gialle, dopo avere arrestato i due scafisti con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, hanno avviato una serie di accertamenti sui migranti che erano a bordo del peschereccio. Questi ultimi avevano sostenuto di essere in gran parte curdi, quindi nelle condizioni di presentare domanda d’asilo, e di provenire dalle coste turche. Le indagini delle Guardia di Finanza, che ha sequestrato numerosi cellulari con schede telefoniche estere, ha consentito di risalire alla reale nazionalità degli immigrati che secondo gli investigatori sarebbero partiti dalle coste egiziane. Nei loro confronti potrebbe scattare il rimpatrio coatto immediato. I due scafisti saranno invece processati dalla magistratura di Siracusa.

Malta, 80 immigrati: un morto Due barconi carichi di 80 immigrati, 64 uomini e 14 donne e una bambino di sette, sono sbarcati nella notte nella piccola isola maltese di Birzebbuga. Un morto è stato recuperato dalle acque. Lo riferiscono le autorità maltesi secondo cui tra le persone giunge nell’isola ci sono tre donne incinte.
.

Commenti