Apre la nuova sala odontoiatrica Anziani in cura dagli universitari

I giovani fanno il loro ingresso al Pio Albergo Trivulzio. Sono gli studenti del corso di laurea in Igiene dentale dell’università degli Studi, che opereranno nella nuova area odontoiatrica e cureranno gli anziani. Inizialmente i 1.200 ospiti dell’istituto, poi anche i nonni di Milano. La nuova sala dentistica, dotata di sette postazioni odontoiatriche, è stata realizzata grazie alla donazione di 500mila euro da parte di due anziane gemelle, Clelia ed Elsa Sala, che nel loro testamento hanno manifestato la volontà di fare del bene agli anziani. E così sarà. «Senza questa donazione - spiega il presidente del Pat Emilio Trabucchi - non avremmo potuto realizzare un progetto del genere. Uno studio necessario agli anziani che spesso trascurano l’igiene orale, importante per prevenire tante malattie». L’iniziativa aiuterà i nonni a sorridere di più. «Tante volte non lo fanno - sottolinea l’assessore ai Servizi sociali Mariolina Moioli - anche perché sanno di non avere i denti a posto e se ne vergognano. I giovani igienisti dentali li aiuteranno a prendersi meglio cura di sé e a prevenire varie malattie della bocca, portando anche un’ondata di voglia di vivere».
Il servizio sarà presto aperto anche agli anziani milanesi e sarà un’alternativa allo studio dentistico privato, spesso inaccessibile per chi vive solo di una misera pensione. In base ai dati dell’assessorato alla Salute, un milanese su cinque rinuncia ad andare dal dentista per problemi economici e le prestazioni odontoiatriche hanno registrato un calo del 25%. «Anni fa dal Pio Albergo Trivulzio - spiega l’assessore Gianpaolo Landi di Chiavenna - era partita una grande crisi di identità della politica. E proprio da qui nasce un nuovo esempio di trasparenza e di virtuosità». Un modo per rendere meno pesanti le spese sanitarie ed evitare che tanti anziani si rivolgano all’estero per spendere meno, mettendo a rischio la propria bocca.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti