Arte urbana La danza esplora il centro storico

Arte urbana La danza esplora il centro storico

Anche questo settembre gli antichi palazzi, le strade strette, le chiese sconsacrate, i chiostri nascosti della nostra città diventano luoghi da esplorare con la danza in un festival internazionale arrivato con successo alla sua settima edizione. Corpi Urbani/Urban Bodies che promuove l'arte del movimento, contribuisce a rafforzare il talento, stimola l'abbandono della forma autoreferenziale ed esorta alla sperimentazione. Realizzata dall'associazione ARTU per la direzione artistica di Eliana Amadio, con il contributo di Regione Liguria, Comune di Genova, Provincia di Genova, Comune di Finale Ligure, Provincia di Savona, Comune di Campoligure, Goethe Institut, Alliance Francais, la manifestazione incentiva sia la giovane danza d'autore italiana che internazionale.
Sette sono le compagnie che prenderanno parte a questa edizione e provengono da Francia, Spagna, Portogallo, Olanda, Israele, Germania, Danimarca, per un totale di 61 performer tra artisti affermati e giovani talenti della danza contemporanea. Gli appuntamenti che partono il 6 settembre a Campoligure, si spostano poi tra Genova e Finale Ligure fino a domenica 13, ripercorrendo come consueto i siti più suggestivi nei cuori delle tre città. Domenica 6 a Campoligure, il festival con il Progetto speciale Carruggio Cult coinvolge alcuni danzatori genovesi, i commercianti e gli artigiani di Via Ravecca, che prenderanno spunto dalle caratteristiche del luogo per dar vita a performance in cui i segni dell'arte diventano una testimonianza della realtà. Martedì 8, a Finale Ligure, a partire dalle ore 21 si esibiranno i Koin3' con lo spettacolo In Loop, che consiste in una danza ossessivamente ripetuta, a seguire i Senor Stets in Cuerdo e Vera Stasi, nome affermato della danza contemporanea, con Figure Sonore, spettacolo particolare di teatro danza che con terminologia musicale si potrebbe definire «da camera», avrà luogo ai Chiostri di Santa Caterina. Genova dal 7 al 12 fornirà palcoscenici inconsueti come la Stazione S. Giorgio della metropolitana per Olivia Giovannini (lunedì 7), Palazzo Tursi per Maren Stracks (mercoledì 9) che con Ytong porta dalla Germania uno spettacolo particolare al confine tra il mondo reale e una sua possibile trasformazione. Largo Pertini ospiterà i Mobile Clubbing giovedì 10, mentre a Palazzo Ducale, venerdì 11, si svolgeranno le performance dei Vo' Arte e Tango Sumo & Vendaval in Les noces. Sempre venerdì in Via S.Lorenzo la compagnia olandese dei Trash mostrerà un esibizione che comprende quattro eccentrici danzatori e un violoncellista.
A chiudere gli incontri genovesi, sabato 12 a Palazzo Bianco ci saranno i MK, compagnia italiana, con Fortezza, a Palazzo Rosso invece si sarà Iris Eres, artista israeliana che duetterà con una bambola in It's personal, e infine gli Entremans a Tursi. Ambra Senatore, Silvia Gribaudi e Simona Bertozzi saranno le protagoniste domenica 13 della giornata di chiusura a Finale.