Asl Rm/C «Paone non reintegrato per una sentenza della Consulta»

Riceviamo e pubblichiamo.
«Quando ho riassunto le mie funzioni di direttore generale della Asl Roma C, il 28/05/2009, ho trovato quale direttore sanitario in carica il professor Paolo Palombo, con un contratto a scadenza il 22/02/2012. Il dottor Antonio Paone ha in seguito ottenuto, il 13/11/2009, una sentenza che prevedeva il suo reintegro nelle funzioni di direttore sanitario fino al 30 giugno dell’anno successivo. Si provvedeva pertanto a richiedere indicazioni alla Regione Lazio, tenuto conto che, per poter reintegrare il dottor Paone, sarebbe dovuto necessariamente venir meno il contratto in essere con il prof. Palombo - contratto di durata superiore rispetto a quello del dr. Paone, con ipotesi di ben più grave danno per le casse dell’Ausl e quindi per i cittadini. La Regione Lazio, con nota del 28/01/2010, ha ritenuto irrilevante l’eventuale maggior onere per la cessazione del contratto attualmente in essere presso l’azienda e ha confermato il reintegro di Paone. Nel frattempo, però, con sentenza pubblicata il 21/01, la Corte Costituzionale abrogava la norma in base alla quale il giudice aveva riconosciuto il diritto di Paone e il Commissario di Governo alla Sanità del Lazio, con decreto di pari data, disponeva la proroga dei contratti dei direttori sanitari in carica alla data di pubblicazione della sentenza stessa, e quindi quello di Paolo Palombo. Si è così provveduto a sottolineare alla Regione stessa le incongruenze della situazione e a rivolgersi direttamente al giudice d’appello perché anticipi al più presto l’udienza finalizzata a dirimere l'intricata vicenda. Quanto sino a ora posto in essere dalla direzione della Ausl Rm C è stato esclusivamente a maggior tutela possibile del pubblico interesse».
Dg dell’Asl Rm C

Commenti

Grazie per il tuo commento