Assenteisti Fuga dal lavoro col badge truccato, nei guai 10 dipendenti della Camera

RomaBadge taroccati per risultare presenti al lavoro mentre in realtà uscivano da Montecitorio per andare a spasso. Sono almeno dieci i dipendenti della Camera indagati dalla Procura della Repubblica di Roma con l’accusa di truffa e falso. Il trucco usato per ingannare i controlli ai varchi consisteva nell’usare tessere magnetiche scambiate, riciclate o contraffatte che permettevano ai professionisti dell’assenteismo di uscire ed entrare senza essere registrati. Sono stati proprio gli uffici amministrativi di Montecitorio a notare strani movimenti e soprattutto le stanze semivuote mentre i lavoratori risultavano presenti. A quel punto gli scrupolosi amministratori hanno messo a punto una relazione sulle passeggiate sospette e l’hanno sottoposta all’attenzione del presidente della Camera, Gianfranco Fini, che ha immediatamente autorizzato gli uffici a procedere con la denuncia degli illeciti, trasmettendo la relazione a Piazzale Clodio. Fini si è impegnato a garantire la massima trasparenza e collaborazione con i magistrati, chiedendo anche che sia applicata la legge con la massima severità qualora fossero accertate precise responsabilità.
La relazione di Montecitorio è quindi arrivata nelle mani del procuratore capo, Giovanni Ferrara, che ha affidato l’inchiesta al pool di pubblici ministeri per i reati contro la pubblica amministrazione. Le indagini condotte dai magistrati avrebbero permesso di individuare un gruppetto tra dipendenti e commessi che si scambiavano tessere contraffatte per uscire liberamente dagli uffici risultando però sempre al lavoro. Adesso dovranno difendersi dalle accuse di truffa e falso.
L’amministrazione della Camera tiene comunque a far sapere che il comportamento dei dipendenti scorretti non ha in alcun modo coinvolto «aspetti di sicurezza delle sedi parlamentari».
E soprattutto rende noto che a partire da febbraio verranno utilizzati badge di ultima generazione che, assicurano da Montecitorio, impediranno «la reiterazione di comportamenti analoghi». In sostanza dovrebbe essere impossibile truccarli. Insomma, vita dura per gli irriducibili assenteisti che dovranno inventarsi un avatar per non essere beccati.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.