Atmosfere anni settanta nella Notte Bianca a Santa

Negli anni '70 per una Notte. Quella d'Inizio Estate a Santa Margherita Ligure che il 19 giugno «mette» i Bee Gees e si strizza nei pantaloni «a zampa» perché i fiori colorino le camicie e le Vespe flirtino sul lungomare. Una no stop con Walter Nudo che canta Elvis, la Band On the Roof a rifare i Beatles e i Tree Gees che sembrano i Gibb. Senza amarcord, senza fughe nella «febbre del sabato sera», ma con Tony Manero sì, a puntare l'estate, «perché Santa torni ad esser la piccola capitale della dolce vita». E questa volta l'intento è corale: «La prima Notte Bianca - confessa il sindaco Roberto De Marchi - è stata un atto di coraggio dettato dall'incoscienza dei neofiti, ma siamo stati fortunati. E quella naturale diffidenza con cui era stata accolta dal tessuto imprenditoriale della città oggi s'è sciolta». Lo dimostra la significativa partecipazioni degli esercenti all'evento del 19: «Abbiamo chiesto loro di attrezzarsi con arredi e abiti stile anni '70, tant'è che già la sera prima anticiperanno l'evento nei loro locali». Il resto è la magnifica sintesi tra il programma e la città che viaggia in Seicento multipla aperta («la sto cercando disperatamente» rivela il sindaco già proiettato), scrolla i riccioli emancipati, si ferma per un drink e torna alla chitarra. Ci sono gli ultimi hippy a marchiare un decennio ormai in fuga libera, pronto a decantare i tratti psichedelici e trasformare in style una generazione ribelle.
Ma Santa gioca di colore e musica e parte alle 18.30 da Piazza Sole con lo spettacolo itinerante di Bandasamba e il talk show organizzato da Marco Delpino in Largo Amendola con Carlo Martigli. Alle 19.30, da Piazza San Siro la passeggiata della Pappazzum Brass Band mentre in piazza Fratelli Bandiera, sullo sfondo una vespa anni 70 attrezzata a furgone per vendere chips and fish come nella migliore tradizione londinese, ci saranno i Lilac Wine. Alle 20.30, giardini «Vittime delle Foibe», la Filarmonica C.Colombo in revival e all'ingresso del porto i Guitar Ray and the Blues Gamblers. L'omaggio a Frank Sinatra alle 21, a Villa Durazzo, con Feed Jazz. Dalla Banchina Sant'Erasmo le suggestioni delle Fontane Danzanti, e alle 21.30, Via Palestro, Walter Nudo e la sua Band per il tributo a Elvis Presley. Mentre in Piazza S. Siro si balla il liscio con l'Orchestra dei Sogni, alle 22 la Band on the Roof canta i Beatles e scalda il pubblico per l'appuntamento clou con i Tree Gees, l'unica band a livello europeo autorizzata a riprodurre i Bee Gees. In pista tutta la città, regina per una notte di un appuntamento, pubblicizzato a Milano e Genova, e promosso da Comune e Villa Durazzo, con il solito filo conduttore: «Vogliamo che questo e gli altri siano eventi in cui possano trovarsi bene le famiglie - puntualizza De Marchi - e useremo la massima severità nella repressione di distonie circa questo messaggio».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti