Automotive

Ford Fiesta e Focus, per loro inizia la fine

Dopo vari rumors, Ford conferma l’addio ai tanto amati modelli più compatti

Ford Fiesta e Focus, per loro inizia la fine

Erano ormai diversi mesi che la voce girava in rete. Ford non aveva ancora mia smentito apertamente l’intenzione di cancellare in via definitiva i due modelli iconici della sua storia ma, un po’ a sorpresa, arriva la conferma, direttamente dai piani alti. In una recente intervista a Quattroruote infatti, Martin Sander, General Manager Ford Model E per l’Europa, ha spiegato: “Il mercato sta continuamente cambiando e i giorni delle berline e station è ormai quasi finito. Non avrebbe senso continuare ad investire su quella fascia di mercato” alludendo ovviamente alla sempre più totalizzante quota di mercato acquisita da SUV e crossover.

Addio a Fiesta e Focus

Un addio amaro a Ford Fiesta e Focus, due auto che da sempre hanno rappresentato un’alternativa accattivante, dal buon contenuto tecnologico e ad un prezzo accessibile ai più, con motori brillanti e quella piccola verve sportiva che non tutti i costruttori erano intenzionati a sfoggiare. Lasciano il campo dopo svariati anni di onorato servizio, precisamente 4 generazioni e 24 anni per Focus e sette generazioni e 46 anni per Fiesta. Milioni e milioni di esemplari in tutto il mondo, specialmente nel Vecchio Continente. Quasi impossibile non conoscere un famiglia che non ne abbia mai avuta neanche una delle due. Auto del popolo, quasi, che hanno accompagnato diverse generazioni, dai primi anni dell’adolescenza fino al consolidamento della famiglia. Vetture offerte in molteplici configurazioni, dalla piccola berlina a due volumi di Fiesta fino all’introduzione nel ’98 del primo concetto di segmento C a due volumi a tre o cinque porte.

Ford Focus

Quest’ultima disponibile anche in veste berlina a tre volumi (non per l’Italia) o anche la tanto amata Station Wagon, che ha conquistato il cuore degli europei a cavallo degli anni 2000 e a seguire. Gusti ormai superati, che hanno lasciato il passo alle sempre più popolari suv e crossover, auto dalla maggior presenza estetica e rialzate da terra. A tal proposito si è cercato di inseguire in trend con le versioni Active per Fiesta e Focus, leggermente “carrozzate” per strizzare l’occhio al mondo dell’off-road, con maggiori protezioni in plastica nella zona inferiore della carrozzeria e assetto leggermente rialzato.

Ford Puma

Fenomeno Puma

La vera nemica di Focus e Fiesta? Proprio la cugina Puma, auto recentemente introdotta, nel 2019 e che ha quasi cannibalizzato le vendite di Ford, trovandosi esattamente a metà strada tra le due citate berline, ottenendo innumerevoli apprezzamenti in tutta Europa. Più grande di Fiesta ma non così impegnativa come Focus, dallo stesso apporto tecnologico e dalla maggior sfruttabilità dati i cm extra in altezza. Il countdown per i due modelli è ormai partito e a nulla è servito il recente restyling di metà carriera che nel 2021 hanno ricevuto entrambe. La scadenza è fissata nel 2023 per la citycar e nel 2025 per la Focus. Saranno quasi sicuramente sostituite da nuovi modelli elettrificati, probabilmente un city-crossover più piccolo di puma e da un crossover di medie dimensioni tra Puma e Kuga.

Commenti