Automotive

Top 5 SUV full-hybrid: ecco i migliori del 2023 per consumi e prezzi

Compatti, accessoriati e con ottimi consumi a prezzi che spaziano da 25 a 40 mila euro

Top 5 SUV full-hybrid: ecco i migliori del 2023 per consumi e prezzi
Tabella dei contenuti

I SUV ibridi sono tra le vetture più cercate sul mercato, tra nuovo e usato, potendo coprire buona parte delle esigenze degli automobilisti di oggi. Sono piuttosto compatti all’esterno, per destreggiarsi bene nelle città ma al tempo stesso offrono uno spazio vivibile all’interno, con sedili comodi ed ergonomici e una posizione di guida che premia la postura e la visibilità circostante. Sono anche auto spesso super tecnologiche, con tutti i sistemi di assistenza alla guida alla guida che ci aiutano in città e in viaggio, senza dimenticare il pacchetto connettività: collegare il proprio smartphone via wireless o con cavo ci consente di replicare lo schermo sul display, senza distogliere l’attenzione dalla strada, aumentando praticità e sicurezza. Hanno letteralmente preso il posto delle berline compatte, auto ormai passate in secondo piano - come Golf, Focus, Audi A3, ecc - divietando il punto di riferimento delle immatricolazioni e, ormai al giorno d’oggi, quasi tutti i modelli possono offrire una vera motorizzazione ibrida. C’è però da precisare che non proprio tutti possono invece vantare un sistema full-hybrid con i fiocchi, capace di proporre consumi prossimi ai 18/20 km al litro e a buon mercato. Molti sistemi che si professano tali sono invece delle forzature dei più semplici mild-hybrid, che hanno una componente elettrificata minore, non raggiungendo quel valore di consumi e nemmeno la stessa efficacia.

I modelli proposti spaziano tra il segmento B (4,20 - 4,35 m) e il segmento C (4,36 - 4,55 m) e propongono dei veri sistemi ibridi full, con una componente elettrificata di buona entità, tale per cui è possibile marciare in solo elettrico per qualche chilometro. Tra gli esclusi di questa classifica citiamo però gli ottimi SUV quali Honda HR-V e:HEV, Kia Niro HEV (di fatto, molto simile a Hyundai Kona HEV), Renault Austral e-Tech, Renault Captur e-Tech, Nissan Juke e-Power e altre.

Foto Hyundai Kona HEV

Hyundai Kona HEV

Hyundai Kona è il crossover ibrido per eccellenza, nato e “cresciuto” ibrido fin dal debutto nel 2017 grazie ad una piattaforma pensata per accogliere motori termici a benzina, diesel, ma anche mild-hybrid, full-hybrid e persino elettrico, riuscendo a gestire molto bene qualsiasi tipo di alimentazione scelta. Con la seconda generazione appena debuttata, cresce nelle dimensioni fino a ben 4,35 metri ben 15 centimetri rispetto al modello precedente, salendo di livello rispetto alla prima edizione. Il motore ibrido si compone di un benzina 1.6 a ciclo Atkinson unito ad un motore elettrico, per sviluppare una potenza complessiva di 141 CV e 147 Nm. Valori modesti ma che assicurano prestazioni interessanti soprattutto in città: grazie all’elettrico è fluida, scattante e agile a divincolarsi nel traffico. Si può guidare anche con un solo pedale grazie alla frenata rigenerativa, senza quasi mai toccare il pedale del freno, migliorando l’esperienza e il comfort a bordo. E’ silenziosa e si guida piacevolmente, con tanto spazio a bordo e un bagagliaio fino a 466 litri. Notevole per quanto riguarda i consumi poiché in città assicura fino a 20 km al litro con uno stile di guida neutro, mentre in ambito extraurbano si stabilizza su circa 18 km al litro. Tutta la tecnologia di Hyundai è alla portata di Kona, ben accessoriata fin dai primi modelli, sia per la sicurezza che per la connettività. Prezzi a partire da 34.500 euro.

Nissan Qashqai e-POWER 90° Anniversario, guarda tutte le immagini 7

Nissan Qashqai e-Power

Tutto nuovo il sistema ibrido di uno dei crossover più conosciuti e apprezzati sul nostro mercato. Nissan Qashqai approda in Italia nel lontano 2006, collezionando apprezzamenti e numeri da record soprattutto nei primi anni, essendo quasi sprovvisto di competitor. Con l’ultima generazione, approdata nel 2021, è stato introdotto l’e-Power (qui la nostra prova), l’ibrido full di Nissan che funziona in elettrico ma si alimenta a benzina. Alle ruote anteriori è collegato solo il motore elettrico da 187 CV, alimentato da una batteria agli ioni di litio da 2 kWh che, a sua volta, viene ricaricata dal motore a benzina 1.5 turbo. Di fatto, funziona come un generatore ma si sposta come un’auto elettrica, con tutta la fluidità tipica di un motore a zero emissioni, a beneficio del comfort in città e negli spostamenti nel traffico. Anche l’insonorizzazione è notevolmente migliore rispetto alle altre soluzioni con motore termico in trazione. Altro plus è sicuramente il comparto consumi, poiché in città non fatica a sfiorare i 20 km/l mentre in ambito extraurbano raggiunge anche i 16,5/17 km al litro. Tanto spazio a bordo, poiché è lunga ben 4,43 m e dispone di un bagagliaio a partire da 509 litri, uno dei migliori valori del segmento. Bella anche da guidare, grazie al peso contenuto di soli 1.650 kg in ordine di marcia, è agile e dispone di un assetto solido e che riduce notevolmente il rollio. Prezzi a partire da 37.320 euro.

Toyota C-HR 2023

Toyota C-HR 2024

Tutta nuova invece Toyota C-HR, il crossover che dal 2016 si è importo nel mondo dei SUV compatti per via della meccanica full-hybrid, primo interprete in questo segmento. Forme sportiveggianti con linea da coupé e buon comparto di tecnologia, che è stato riconfermato anche con la seconda generazione, già ordinabile in concessionaria e prime consegne previste per la fine dell’anno. Tre le motorizzazioni disponibili al via, con l’1.8 da 140 CV o il 2.0 da 197 CV, anche a quattro ruote motrici. Consumi davvero contenuti, superiori ai 20 km/l soprattutto in città, ma capaci di scendere intorno ai 14,5 km/l a velocità autostradali. Lunga 4,36 metri, offre un bagagliaio a partire da 362 litri, leggermente inferiore alle altre del segmento proprio per via della particolare forma a coupé. Lo spazio per i passeggeri posteriori non è da record, ma dal punto di vista della tecnologia raggiunge tutte le aspettative di un cliente alla ricerca di una vettura moderna e al passo con i tempi. Apprezzabile il design, completamente rivisto e innovativo, sicuramente non passa inosservata. Prezzi a partire da 35.700 euro per l’1.8 da 140 CV in allestimento Active.

Kia Sportage Foto Copertina

Kia Sportage HEV

Un caposaldo del nostro mercato, Kia Sportage ha riscosso ottimi risultati commerciali fin dal 1993, anno in cui debuttò in Italia. Si è giunti oggi alla quinta edizione, lanciata nel 2021 e che ha segnato un netto cambio di paradigma rispetto alla precedente versione: le dimensioni crescono fino a 4,48 metri di lunghezza, solcando così il segmento D. Sfrutta un sistema brevettato da Kia (qui la nostra prova) che abbina un 1.6 4 cilindri turbo benzina ad un motore elettrico da 60 CV per sviluppare una potenza complessiva di ben 230 CV. Il cambio automatico è un doppia frizione a sei rapporti, ottimo soprattutto quando si viaggia a velocità sostenute, per far marciare il motore a “riposo”: infatti tra i pregi di questo sistema, ci sono i bassi consumi a velocità autostradale, un comportamento insolito vista la tipologia di ibrido. Oltre ai circa 22 km/l che può assicurare in città, riesce a rimanere sui 16/17 km/l anche in autostrada, e superare nuovamente i 20 km/l anche su strade statali. Tantissimo spazio a bordo, potendo vantare ben 526 litri di capacità del bagagliaio, tra le migliori del segmento. Non manca poi la tecnologia, con due schermi da ben 12 pollici ciascuno, interamente configurabile e con un sistema iper connesso con qualsiasi dispositivo mobile. Il listino di nuova Kia Sportage è altrettanto interessante, con prezzi a partire da 38.400 euro in allestimento Style, già ampiamente accessoriato e con pochissimi optional da aggiungere.

Renault Arkana Test Drive in pillole: guarda le foto 1

Renault Arkana E-Tech

Arriviamo poi a Renault Arkana E-Tech, il nuovo SUV coupé della casa francese che è stato subito apprezzato per il design moderno, elegante e sportivo. Dimensioni piuttosto generose, a partire da ben 4,57 metri, anche per lei ormai segmento D, sebbene sia costruita a partire dalla piattaforma CMF-B della Renault Clio. Questo le consente di essere particolarmente leggera, soli 1.510 kg in ordine di marcia, premiando anche i consumi. Infatti, in città, il sistema E-Tech - che sfrutta l’1.6 aspirato a ciclo Atkinson abbinato a due motori elettrici, da ben 145 CV - garantisce consumi tra i 18 e i 20 km/l, che poi si trasformano in circa 14 km/l in autostrada. Eccelle però in ambito extraurbano, con velocità tra 70 e 100 km/h, dove totalizza una media superiore ai 22 km/l. Notevole poi il bagagliaio, a partire da 492 litri. E’ piacevole da guidare con un assetto che abbiamo ampiamente elogiato durante la nostra prova su strada: lo sterzo è corposo e diretto e l’insonorizzazione è ben realizzata, viaggiando molto comodi e isolati dall’esterno. Di buon livello anche la tecnologia, vantando due display per infotainment e strumentazione, con la connettività massima per qualsiasi smartphone. E’ molto interessante però il listino, partendo da soli 32.750 euro in allestimento Techno, ampiamente accessoriato e ricco di accessori.

Commenti