Mobile

Frodi e furti di carte di credito: in 4 anni Apple ha stoppato transazioni potenzialmente fraudolente per oltre 7 miliardi di dollari

Nel 2013 l’azienda di Cupertino ha respinto più di 1,7 milioni di applicazioni in quanto non conformi agli elevati standard di privacy

Frodi e furti di carte di credito: in 4 anni Apple ha stoppato transazioni potenzialmente fraudolente per oltre 7 miliardi di dollari

Ascolta ora: "Frodi e furti di carte di credito: in 4 anni Apple ha stoppato transazioni potenzialmente fraudolente per oltre 7 miliardi di dollari"

Frodi e furti di carte di credito: in 4 anni Apple ha stoppato transazioni potenzialmente fraudolente per oltre 7 miliardi di dollari

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

In quattro anni l’App Store ha bloccato transazioni potenzialmente fraudolente per oltre 7 miliardi di dollari. L’azienda di Cupertino dal lancio dell’App Store nel 2008 ha continuato a dedicare risorse allo sviluppo di tecnologie all'avanguardia mirate a garantire agli utenti un'esperienza di download di app sicura e protetta, oltre a offrire a ogni sviluppatore una piattaforma dinamica e innovativa per la distribuzione del proprio software.

Qualche numero

Nel corso degli anni, Apple ha reso sempre più efficaci le sue misure antifrode per affrontare le crescenti minacce digitali e proteggere gli utenti. I team di Apple controllano costantemente e analizzano le attività fraudolente sull'App Store, utilizzando strumenti sofisticati per rimuovere gli utenti dannosi e rafforzare l'integrità dell'ecosistema dell'App Store. Tra il 2020 e il 2023, Apple ha impedito transazioni sospette per un valore totale superiore a 7 miliardi di dollari, di cui oltre 1,8 miliardi solo nel 2023. Inoltre, durante lo stesso periodo, sono state bloccate più di 14 milioni di carte di credito rubate e più di 3,3 milioni di account sono stati vietati dalle ulteriori transazioni. Come riportato nella sua quarta analisi annuale sulla prevenzione delle frodi, resa pubblica oggi, mercoledì 15 maggio, nel corso del 2023 Apple ha respinto più di 1,7 milioni di applicazioni in quanto non conformi agli elevati standard di privacy, sicurezza e contenuti dell'App Store.

App pirata

L’impegno di Apple in ambito affidabilità e sicurezza si estende oltre l’App Store: negli ultimi 12 mesi, l’azienda ha individuato e bloccato più di 47mila app illegittime su store pirata. Questo tipo di controllo tutela anche chi sviluppa app legittime, che potrebbero essere modificate o utilizzate per camuffare software dannoso al fine di distribuirlo su queste piattaforme. Inoltre, nell’ultimo mese Apple ha bloccato quasi 3,8 milioni di tentativi di installare o lanciare app distribuite illegalmente attraverso il Developer Enterprise Program, che consente alle grandi organizzazioni di implementare app interne per il proprio personale.

Controlli e tecnologie avanzate

Nel 2023, il team ha controllato quasi 6,9 milioni di app e ha aiutato oltre 192mila sviluppatori a pubblicare la loro prima app. Utilizzando processi automatizzati e revisioni manuali, hanno respinto oltre 1,7 milioni di app per violazioni della privacy e attività fraudolente. Inoltre, hanno rilevato e rimosso app ingannevoli che si fingevano innocue ma si trasformavano in software dannosi. Le valutazioni e le recensioni sono importanti per gli utenti e gli sviluppatori. Nel 2023, Apple ha rimosso quasi 152 milioni di recensioni fraudolente su oltre 1,1 miliardi di valutazioni processate.

Transazioni finanziarie

Apple, inoltre, si impegna a proteggere le transazioni finanziarie tramite Apple Pay e altre tecnologie sicure, evitando transazioni fraudolente per oltre 1,8 miliardi di dollari nel 2023. Utilizzando avanzate tecnologie antifrode e controlli manuali, Apple ha evitato l'uso fraudolento di oltre 3,5 milioni di carte di credito rubate e ha bloccato più di 1,1 milioni di account per ulteriori transazioni fraudolente nel 2023.

L'azienda investe costantemente nella sicurezza dell'App Store per garantire un ambiente affidabile per utenti e sviluppatori.

Commenti