Basket

Nba, Detroit chiama Italia: Fontecchio ritrova Gallinari in un trade dai Jazz

La coppia che ha fatto sognare i tifosi azzurri si ricomporrà a Detroit, dopo il trade che ha strappato l'ex Olimpia agli Utah Jazz. Nell'accordo tra le due squadre coinvolto anche Gabriele Procida, i cui diritti andranno a Salt Lake City. Possibile, però, che il Gallo cambi ancora squadra tra poche ore

Nba, Detroit chiama Italia: Fontecchio ritrova Gallinari in un trade dai Jazz

Da Motown a Little Italy il passo è breve, almeno a giudicare dal risultato del trade che sta per ricomporre alla Little Caesar Arena la coppia che ha fatto sognare i tifosi dell’Italia. Dopo l’approdo ai Pistons di Danilo Gallinari, il suo sodale in maglia azzurra Simone Fontecchio arriverà a breve dagli Utah Jazz, risolvendo il dubbio sulla destinazione finale dell’ex stella di Virtus e Olimpia. Il 28enne pescarese era infatti circondato da parecchio interesse da diverse franchises Nba, inclusi i Boston Celtics, ma alla fine i Jazz sono stati convinti dall’offerta di Detroit, ansiosa di migliorare le percentuali di tiro e aggiungere un giocatore esperto ed affidabile al proprio roster. Considerato l’arrivo recente dell’italo-americano Mike Muscala, i Pistons assomigliano sempre di più ad una piccola Italia.

Procida parte del trade con Utah

La notizia, anticipata nella giornata di mercoledì da Adrian Wojnarowski di Espn, sarebbe stata confermata, con il trade concluso prima della deadline ufficiale che coinvolgerebbe Kevin Knox, una pick nel secondo giro del draft 2024 ed i diritti per l’azzurro Gabriele Procida, selezionato dai Pistons nel 2022 ma mandato in prestito all’Alba Berlino. A prima vista l’affare sembrano averlo fatto i Jazz, visto che il contratto di Fontecchio è in scadenza ma erano parecchie le squadre interessate all’azzurro. A fare la differenza il fatto che Fontecchio non sarà completamente libero di accettare ogni offerta alla scadenza del contratto: Detroit potrà pareggiare eventuali offerte per tenerselo stretto.

A sentire fonti vicine al front office dei Pistons, l’intenzione di Detroit è quella di confermare a lungo termine l’azzurro, che stava vivendo una buona stagione a Salt Lake City, con 8,9 punti a partita e un ottimo 39% dall’arco. I Jazz sarebbero più interessati alla pick nel draft, che potrebbe aggirarsi tra il 31° al 35° posto mentre l’inserimento di Knox avrebbe senso solo dal punto di vista finanziario, visto che farà molta panchina. Un azzardo, visto che Fontecchio si era guadagnato un posto nel quintetto base ma sicuramente non così rischiosa come la mossa di Detroit. C’è chi dice che l’intenzione sia di preparare il terreno all’addio di Bojan Bogdanovic o immediato o nella prossima off-season ma sono solo voci di corridoio.

E se il Gallo se ne andasse?

Nonostante la notizia sia arrivata da poche ore, la reazione dei tifosi dei Pistons sui social non è affatto univoca. Se c’è chi si dice entusiasta dell’arrivo dell’azzurro in una squadra che soffre dal tiro e manca di un po’ di peso nel difendere il perimetro: i rimbalzi di Simone in attacco potrebbero fare la differenza, come in difesa, dove è migliorato parecchio. Secondo il Detroit Free Press, fonti vicine alla società ritengono Fontecchio una scelta buona per fare da “chioccia” ai giovani talenti. Pochi rimpianti per il 21enne Procida, scelto al numero 36 del draft nel 2022, che non aveva mai convinto fino in fondo a Detroit: resta da capire se i Jazz vorranno scommettere su di lui o, magari, usarlo come pedina di scambio in un prossimo trade. Alcuni tifosi del Michigan sono convinti dal fatto che Fontecchio tiri bene e abbia dimostrato di rimanere calmo nei momenti cruciali delle partite.

Non tutti, però, la pensano così. C’è anche chi ritiene un mezzo disastro dare via una seconda scelta probabilmente molto alta per un giocatore a scadenza di contratto in estate. Sicuramente il contributo che l’azzurro potrebbe dare a Detroit non è trascurabile, specialmente visto che, dopo una stagione estremamente negativa, ogni miglioramento sarebbe accolto con grande gioia.

Gallinari Pistons Cavs 2024

Altri, invece, commentano non senza un filo d’ironia il fatto che la reunion con Gallinari potrebbe addirittura non succedere, almeno a sentire alcune voci in arrivo dallo Staples Centre, dove si sussurra con insistenza che i Los Angeles Lakers stiano considerando un’offerta per il Gallo, visto che l’inseguimento di Murray degli Hawks sembra essersi complicato. La deadline per i trade è giovedì 8 febbraio alle ore 15 ora della Costa Orientale quindi tutto è ancora possibile. Per il momento, l’idea di vedere Danilo e Simone in campo assieme non ci dispiace per niente, soprattutto in ottica pre-olimpico. Pozzecco si starà fregando le mani.

Commenti