La beffa: il treno è in ritardo, anzi no

L’ennesima beffa viaggia sul treno dei pendolari. Infatti l’indirizzo di posta elettronica del comitato è stato preso d’assalto da chi voleva segnalare un episodio accaduto ieri mattina quando, nelle stazioni di Rapallo e Chiavari, è stato comunicato che il treno Intercity 504 aveva circa un’ora di ritardo. Ad annunciarlo sia la voce via altoparlante sia i tabelloni e i monitori sulle pensiline. Immediatamente i pendolari hanno cominciato ad agitarsi pensando quale fosse il modo più indolore per arrivare al lavoro con meno ritardo possibile, magari prendendo la macchina e buttandosi in autostrada. Ma dopo poco il panico è cessato lasciando spazio a un’arrabbiatura. L’ennesima. «Era una grande bufala - dicono i pendolari - tant’è vero che il treno è arrivato più o meno in orario, ma la seconda brutta sorpresa della giornata è arrivata poco dopo quando i viaggiatori si sono trovati sulla carrozza numero nove al freddo e al gelo a causa del mancato funzionamento degli impianti di riscaldamento. Così la carrozza è stata abbandonata e i pendolari si sono spostati in un altro convoglio. Tra gli altri disservizi segnalati c’è il pannello informativo dei treni in arrivo nella stazione della Spezia che è stato collocato a due metri da terra.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.