Berlusconi: abbiamo rispettato la legge

&quot;Abbiamo rispettato la legge, abbiamo dato solo un’interpretazione delle norme senza modificare nessuna legge&quot; lo ha detto Berlusconi in riferimento al Dl interpretativo varato dal Governo ieri sera per risolvere il caos delle liste regionali<br />

Roma - Un sabato interamente romano per Silvio Berlusconi che è rimasto tutta la giornata a Palazzo Grazioli. Solo una breve parentesi con una visita nel ritiro del suo Milan che questa sera giocherà all’Olimpico, poi per il resto nessun incontro ufficiale. Il premier, però, ha avuto modo di parlare di politica al telefono con alcuni esponenti del partito per preparare la campagna elettorale in vista delle regionali. Il Cavaliere a chi lo ha contattato ha ripetuto sempre lo stesso ragionamento: "Abbiamo rispettato la legge, abbiamo dato solo un’interpretazione delle norme senza modificare nessuna legge".

Decreto interpetativo Naturalmente il riferimento è al Dl interpretativo varato dal Governo ieri sera per risolvere il caos delle liste regionali. È inutile attaccare il Presidente Napolitano - questo appunto il ragionamento del premier - non c’è stato nessun stravolgimento delle regole e nessun intervento contro la Costituzione. Il Presidente del Consiglio, dunque, ribadisce la validità dell’operato del Governo e non si cura delle proteste provenienti dall’opposizione contro il decreto. Possono dire quello che vogliono - ha spiegato il Cavaliere -, noi penseremo solo a governare e a vincere le elezioni. È chiaro però - ha fatto inoltre notare il premier ai suoi interlocutori - che a comandare da quella parte è Di Pietro. Berlusconi domani mattina parlerà attraverso un collegamento telefonico ad una manifestazione elettorale in programma a Napoli. Sarà proprio la città partenopea la nuova tappa che Berlusconi toccherà in campagna elettorale. La visita in Campania dovrebbe esserci la settimana prossima.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.