Dal Big Bang ecco il cronografo targato Ferrari

Roberto Fresi

Hublot e Ferrari, sono due Case che fanno del design, dell'eccellenza e della performance il loro credo assoluto. La loro partnership, sottoscritta nel novembre 2011, in un quinquennio ha generato dei risultati «orologieri» di grande effetto, primo su tutti, il MP-05 «LaFerrari», con i suoi 11 bariletti in linea per una riserva di carica di 50 giorni. La più recente collaborazione ha riguardato la cassa Big Bang, integrata dal meccanismo cronografico di manifattura Unico e con il quadrante a vista sui ruotismi, e ha coinvolto il team di designer Ferrari diretto da Flavio Manzoni. Muovendo da una composizione strutturale decisamente articolata (monoblocco centrale tonneau su cui si adattano due piastre a sandwich ad accogliere lunetta e fondello, inserti laterali in resina composita), il Big Bang Ferrari Chronograph Unico, esplicita nuovi codici di design, a partire dalla lunetta, dove degli incavi svasati proteggono le sei viti di fissaggio, a riprendere lo schema grafico di un'unità di controllo integrata: l'assenza dell'anello in resina sotto di essa, funzionale ad accogliere le viti di fissaggio delle due placche a sandwich, ha comportato, per quella superiore, una maggiore pulizia di linea, rendendola più fluida nei tratti e determinando una più integrata protezione della corona in titanio PVD black, la cui forma evoca quella del TPE (Turbo Performance Engineer), collocato al centro del cruscotto Ferrari. I pulsanti, sempre in titanio PVD black, sono più convessi e allungati rispetto alle precedenti versioni, un'ottima opportunità per riproporre la silhouette della pedaliera di un'auto. Infine, il quadrante, a vista, vede il contatore dei minuti al 3, disegnato a riprodurre un tachimetro, con una finestrella trapezoidale su fondo giallo (altro colore iconico della Casa di Maranello), idoneo a creare il contrasto migliore per la visualizzazione del datario. Sempre sul quadrante, il Cavallino Rampante è posizionato al 6, a parziale copertura della ruota a colonne, per lasciare libera la visuale sui piccoli secondi, la cui ruota è assimilabile ad un estrattore d'aria. Sul calibro automatico Unico, il rotore centrale riproduce il design dei cerchi Ferrari ed è trattato PVD black. Il Big Bang Ferrari Chronograph, da 45 mm, è proposto in tre varianti in edizione limitata: titanio (1.000 pezzi), King Gold (500 esemplari), carbonio unidirezionale (500 pezzi).

Commenti