Borse ancora in affanno: Piazza Affari giù del 2% L'euro ai minimi da 4 anni

Borse Ue di nuovo in affanno. Dopo la buona performance della vigilia sulle piazze finanziarie europee è tornata a prevalere la prudenza, innescata dalle preoccupazioni per la delicata situazione dell’Eurozona

Borse ancora in affanno: 
Piazza Affari giù del 2% 
L'euro ai minimi da 4 anni

Milano - Borse europee di nuovo in affanno nel primo giorno del mese di giugno. Dopo la buona performance della vigilia sulle piazze finanziarie europee è tornata a prevalere la prudenza, innescata dalle preoccupazioni per la delicata situazione dell’Eurozona. Proprio ieri la Banca centrale europea, nel rapporto sulla stabilità finanziaria, ha indicato che l’aumento dei costi del finanziamento, dovuto alla crisi del debito sovrano nell’Eurozona, comporta una serie di conseguenze che "avranno un impatto negativo sulla ripresa e sulla crescita potenziale dell’economia" dell’area. L’euro affonda ai livelli minimi da quattro anni sul dollaro. La moneta unica viene scambiata a 1,2115 dollari trascinata al ribasso dai timori sulla stabilità finanziaria dei Paesi Ue.

Borse Ue a picco Dopo l’avvio non troppo debole di Wall Street, che con il Nasdaq tenta anche di passare in territorio positivo, le Borse europee provano a limitare le perdite segnate dalla mattinata. A circa un’ora dalla chiusura, l’indice Stxe 600, che fotografa l’andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio continente, cede mezzo punto percentuale, con Milano che perde ora meno di due punti. Più pesante Atene, che paga anche il ritorno della tensione sui titoli di Stato greci. Sempre in forte calo a Londra British petroleum (-13,53%) dopo l’ennesimo tentativo fallito di bloccare la falla di petrolio nel Golfo del Messico, ma le vendite rimangono concentrate sulle banche, con Bank of Ireland in ribasso del 4,90%, Unicredit del 4,43% e Intesa SanPaolo del 3,34%.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti